Archivi tag: gioventù

Nostalgia, nostalgia canaglia….

foto tratta dal web

 

Questa mattina, io e mio padre, abbiamo fatto un pò di pulizie nella nostra cantina. Abbiamo raccolto tutti i giornali, i quotidiani e ogni tipo di rivista per poi buttarle nell’immondizia… era inutile occupare per niente spazi che ci potrebbero servire in futuro. Ma poi nell’ assembla-mento del rifiuto cartaceo sotto le mie mani mi sono ritrovati i vecchi mensili dell’Azione Cattolica, datati 2012-2013-2014, gli ultimi miei anni in questa associazione vissuta per ben 10 anni intensamente, con tutto il mio essere giovane e un bravo educatore… Non li ho voluti buttare via e in meno di pochi istanti mi sono passati, come un treno ad alta velocità, tutti quei splendidi momenti che ho vissuto all’ A.C : i campi scuola, le serate di incontro e di preghiera con il nostro Vescovo, le domeniche mattina con i bambini… un velo di timida tristezza ha colorato quel frangente del mattino. La voglia di respirare quell’aria pura e cristallina e di rivivere ancora e ancora quegli attimi ormai sono rinchiusi gelosamente nel mio cuore e tornare indietro di 10 anni purtroppo è impossibile e nonostante 4 anni vissuti all’Anspi la voglia di ritornare all’Azione Cattolica c’è ed è forte anche se non più come educatore ma solo come membro non più dei giovani ma degli Adulti. Compiuti trentanni si fa il salto verso il mondo dei grandi… Quelle riviste datate le ritornerò a leggere, per ritornare ragazzo… ho persino trovato un mensile dedicato al nuovo Papa Francesco e ho trovato anche le guide di approfondimento spirituale con tutte le spiegazione dei passi del Vangelo delle varie domeniche dell’Anno liturgico degli anni passati con cui preparavo le “chiacchierate” con i miei ragazzi… quando mi alzato presto la domenica mattina per rendere speciale l’incontro con loro…

Continua…

Raffaele

Parlando di politica…

Parlando di politica con mio padre, con il mio amico, con il dentista, in autobus con delle signore, nella sala d’aspetto di un ospedale, a pranzo con mio zio… La politica è ovunque… non è che mi sto appassionando… leggo un quotidiano una volta alla settimana nulla più, dò una rapida occhiata al televideo o seguo qualche appuntamento televisivo… ultimamente ho seguito più questo ambito che lo Sport, forse perchè l’attuale situazione del nostro nuovo governo meritava un mia discreta attenzione. Ho delle mie moderate convinzioni politiche e qualche rimasuglio di ideologia e tra amici non ho problemi ha esporre il mio pensiero, senza essere etichettato per uno di sinistra o di destra. Anzi vorrei che questa Arte della parola e del linguaggio, universale su certi temi, arrivasse e toccasse l’animo dei più giovani. Non alzare le antenne solo quando ci sono le votazioni, ma interessarsi in percentuali anche relative. Vorrei che la politica, anche quel del mio piccolo paese, suscitasse in noi rispetto, con piccole iniziative o discussioni e dibattiti facendo ascoltare la nostra voce. Perchè dobbiamo essere preparati e prendere in mano le redini di questo paese, dobbiamo essere pronti con il nostro entusiasmo a dar animo a una giovane italia. Leggere la storia della nostra società e non risultare fastidiosi se ci parlano del nostro passato… solo così possiamo avere idee più chiare per il nostro futuro… e per non andare a votare solo perchè è un dovere o una imposizione, ma perchè sia una gioia esercitare un diritto che ogni italiano ha su questa terra… la nostra… Certo, non sono ipocrita. Prima ero stufo dei numerosi programmi di intrattenimento politico che ci sono sui mille canali della televisioni. Ho imparato a fare una selezione e per me seguire anche solo un ora al giorno di questi programmi non mi disturba per niente… anche perchè prima vivevo solo di calcio… sono convinto, senza aver nessun dato statistico, che noi giovani piace parlare di politica, forse entrare nel suo mondo un pò meno, ma abbiamo un pò di paura di “entrare in azione…”

Raffaele

alla fine…

Il campionato dei miei ragazzi è finito. Siamo giunti terzi, togliendoci la soddisfazione di pareggiare contro la prima della classe. Un pò di rimpianti ma alla fine il piazzamento ce lo siamo meritato. Ai play-off forse, forse li faremo… è tutto un rebus incastrare il giorno della partita da disputare e la disponibilità dei ragazzi alle prese con la scuola. Comunque vada è stato un successo! A livello di oratorio l’importante è che i nostri ragazzi si divertono, il risultato non può e non potrà mai condizionare l’animo loro. Nell’ultima partita abbiamo perso con l’ultima in classifica che aveva zero punti. A miei ragazzi ne è valsa come una lezione istruttiva, capendo che niente nella vita ci è regalato e che nulla può darsi per scontato. Mamma mia… 4 mesi davvero impegnativi ma alla fine siamo riusciti a portare a compimento il nostro scopo, nonostante le tante difficoltà avute. Abbiamo persino imparato paesi che neanche sapevamo ci fossero, o per lo meno non sapevamo bene dove si trovassero… per fortuna hanno inventato il navigatore! ahahahah 😛

Dopo 14 anni di educatore tra Azione Cattolica e oratorio lascio, per tentare nuove esperienze oppure mi fermo qui, visto che fra pochi giorni compirò 30 anni e devo decidere cosa voglio fare da grande! 14 anni è un bel curriculum, una grande e bella esperienza da custodire gelosamente. Sono stati mesi difficili e lunghi che mi hanno fatto capire che il mio tempo come educatore forse si volge al termine o è forse una stanchezza che con l’estate passerà… ma la voglia di fermarmi è tanta e credo che prevarrà alla fine…

…lo capirò meglio fra 4 giorni quando compirò 30 anni e mi farò una mia personale consultazione dell’anima! 😛

Raffaele

E’ solo una partita di calcetto…

“E’ solo una partita di calcetto”… sono solo ragazzi… si lo so è deve essere assolutamente tale… ma quando per la seconda di fila subiamo un gol all’ultimo minuti che in questo caso ci costa la partita… un pò ci rimango male anche quando vedo che ai miei ragazzi questa sconfitta maturata e certificata poche ore fa poco gli importa se non niente… per carità è solo un gioco mica devono piangere e cadere in depressione per una sconfitta di campionato! Si ma almeno essere consapevoli di aver gettato una vittoria sul 3-1 e poi perdere 4-3… i ragazzi di adesso sono diversi da quando lo ero io… adesso hanno altri interessi, lo sport ahimè è diventato un optional di poco conto… sono fiero e orgoglioso dei miei ragazzi ma oggi hanno toppato tutto… mancanza di grinta e di determinazione e a volte mi chiedo se sono almeno un sufficiente allenatore e mi faccio domande inutili sulla mia bravura…non riuscendo a trasmettere tutto il mio temperamento… Perchè se durante la partita quelli che stanno in panchina pensano a parlare di altro e mangiano la cioccolata che gli avversari ci hanno donato… un pò mi girano… avere più senso di appartenenza alla propria maglia e ai propri compagni… i playoff nessuno ce li toccherà… per fortuna, 10 punti saranno sufficienti ma me li voglio meritare… facciamo un bel gioco… ma oggi il Cuore lo abbiamo dimenticato a casa… purtroppo…

Perdonatemi lo sfogo…

Buona serata 😀

Raffaele

Weillà!!!! :D

Weillà! Come va???

Ritorno dopo una settimana, perdonatemi la mia assenza ma sono impegnato con i miei ragazzi di calcetto e con il dentista! ahimè 😦

Il campionato è iniziato con una vittoria per 9-1 e venerdi, pioggia permettendo, cercheremo di ripeterci con lo stesso entusiasmo che ci contraddistingue nonostante tutti i problemi di quest’anno di natura logistica, infatti dovremmo affrontare tutte le 9 partite fuori casa, cercando di trovare la disponibilità dei ragazzi impegnati con la scuola e la disponibilità dei loro genitori nell’accompagnarci. Un bel casino e un bel impegno… ma lo faccio per loro perchè nonostante tutto bisogna elogiarli perchè in questi mesi non hanno mai mollato per via delle numerose difficoltà che abbiamo avuto e perchè ad ogni allenamento mi hanno donato tanta felicità. Già iniziare e finire il campionato sarà una vittoria nonostante abbiamo tutte le carte in regola per pretendere le fasi finali… nonostante tutto… noi non molliamo!

Ho dei ragazzi speciali, che mi stanno davvero aiutando nelle varie organizzazioni delle partite e non mi stanno lasciando solo…

Non chiamatemi Mister, altrimenti sembro serio!!!

“Noi vinciamo perchè Esistiamo!” è il nostro motto e vorremmo scacciare tutte queste intemperie di quest’anno che spero con la loro felicità riusciremo nell’impresa di regalarci qualche bella soddisfazione!

Raffaele