Archivi tag: hobby

L’Eleganza…

L’Eleganza di essere umili e miti in un tempo di conversazione, l’eleganza di vivere in fondo, in fondo alle proprie radici, con coraggio e devozione, ogni intarso di indulgente passione.
La libertà di sentirsi vivi in un giorno di pioggia le cui sue lacrime scavano nel principio dei nostri ricordi e le sue primitive fragilità; la libertà di piantare un albero su questa terra secca e arida, consumata di parole sognanti al di là di un cielo vanigliato e assaporato fin dove ogni sentimento non si scompone, la ribellione che mai potrà
sconfiggere,
lenire,
ubbidire nell’eleganza
di un sorriso, di quotidiana premura, di un fanciullo.

Raffaele

Vi ricordo ancora che ho aperto il mio nuovo blog di Sport… basta cercare “pensierosportivoblog”

Questo è il 1000 post che pubblico su “Lascia Vivere il Pensiero”
Un bel traguardo! 😀

 

 

Scala

Dicono che la nostra esistenza sia come una scala. Una scala di valori, di promesse ( a volte non mantenute), di libertà. Ogni gradino affrontato con docilità d’animo ci permette di raggiungere il suo reale compimento, la sua meta, la sua destinazione. A volte proviamo a salire le scale in maniera rapida e frettolosa come se i nostri anni diventassero pagine bianche da sfogliare velocemente prima di addormentarci ma quando arriviamo li su in cima tendiamo a un virtuoso pentimento cercando un compromesso con il destino per tornare indietro, sui nostri passi. Io non so a che punto della scala io sia, credo a metà, ma sento le mie prime fatiche, le mie prime forti emozioni e il coraggio di guardare in alto…

Raffaele

Voce

foto tratta dal web

Eh la voce di un conduttore radiofonico è qualcosa che veramente apprezzo di più nei miei momenti di assoluta libertà. Meglio se risulta una voce al femminile come quelle di Laura Antonini di Radio Deejay e Silva Boschero di Rai Radio 2. E’ bello che la voce di una donna alla radio mi faccia emozionare e scoprire tutta la bellezza che risiede nel dono di una parola. Di Silvia Boschero ho seguito questa estate, seppur brevemente, il programma “Pandora” ed ora con Andrea Delogu il nuovo programma, sempre su Radio 2 “La Versione delle due” che andrà in onda da domani dalle ore 14. Non vedo l’ora! E spero che sia bello… mi piace affezionarmi, seppur in maniera non troppo asfissiante ai nuovi contenuti radiofonici. Mi piace la radio in generale e mi piace tanto viaggiare nelle voce dello speaker specie se donna… Mi piace la radio in cui c’è un mix non solo di musica ma anche del pensiero dove il conduttore non annuncia solo un brano ma parli, parli e parli di temi che mi catturano la mia curiosità… di solito 5 minuti di discorso e poi il lancio del pezzo musicale…

Ricordo ancora “Tutto il calcio minuto per minuto” che allietava i miei pomeriggi domenicali o ancora in maniera attuale la voce di Linus la mattina appena sveglio…

Io purtroppo ho una voce da “citofono” che non mi piace tanto anche se mi permette di essere un discreto imitatore 😛

Condividete il mio pensiero?

Buona domenica e Buona Vita! 😀

Raffaele

Non so cosa fare…

Non so proprio cosa fare. Se devo continuare con l’oratorio oppure fermarmi qui, dopo 4 anni vissuti intensamente. Il mio pensiero è diviso a metà. C’è una parte che vuole ritentare per un nuovo anno, attuando delle nuove proposte da porre alla nostrea presidente cercando di rendere sempre più viva e dinamica la nostra associazione, vorrei buttare giù le mie idee ed enunciarle a tutti gli educatori nella tua totale chiarezza e trasparenza cercando di migliorarci ed essere sempre più utili ed efficaci ai nostri ragazzi. Impegnarmi di più e rispolverare la parte social abbandonata da alcuni mesi vista la mancata collaborazione degli altri allenatori, rimanendoci poi male… perchè da solo non posso fare tutto. Insomma portare un pò di entusiasmo e abbattere ogni difficoltà avuta negli anni passati e provare non da solo ma con l’aiuto di tutti essere un oratorio più vivo ma con il rischio che alle prime difficoltà mollare tutto visto che le miei proposte richiedono tanto impegno e il tempo è poco… Alla fine siamo solo volontari che dedicano il tempo libero per i nostri ragazzi del nostro paese anche in ambito spirituale non solo sportivo. Entusiasmo e realtà dei fatti visto che l’anno scorso è stato per me poco felice visto la stanchezza del campionato con miei ragazzi, le difficoltà logistiche e una stanchezza non paragonabile a chi lavora e che non si fa problemi stupidi come i miei… Idee nuove e nuovo slancio per la nostra associazione oppure è meglio non andare più, non complicarmi la vita e non fare niente per non produrre danni al mio umore? Do tutto me stesso per i miei ragazzi che sono per noi educatori sono un “dono” e magari la parola sacrificio deve essere bandita, però il mio sentimento non è statico, è in continua evoluzione, non vorrei dire si, partire a mille e poi a gennaio mollare tutto e pentirmi della mia ennesima scelta sbagliata. Perchè non sono testardo abbastanza, se porto avanti un progetto al primo ostacolo cado e per paura di cadere di nuovo non mi rialzo più… Forse dovrei vedere nella prima riunione come è l’attuale situazione e magari non forzare troppo, con troppe idee ed essere più leggero perchè non è un lavoro non è una cosa da vita o morte ma è solo che se ci tengo ad una situazione li sono pignolo e vorrei che tutto andasse bene con i giusti meccanismi…

Ma in fin dei conti… “Solo gli idioti non cambiano idea…”

Raffaele