Archivi tag: immagine

Appunti di Vita

foto Raffaele

 

La Vita?
Un luogo misterioso. Oro fuso. Un luogo dove poter esplorare le nostre fragilità, liberi. Educando ogni forma di gentilezza. Un lungo e impervio sentiero che dopo lunghe camminate ci porta a scoprire un orizzonte audace e che rispecchia la gioia di essere qui, frammenti di luce di un’opera d’arte…
Note non ancora levigate prima del passaggio di stelle cadenti, una conquista di fogli bianchi intrise di storie inedite…

Raffaele

Annunci

Ti regalo…

foto tratta dal web

 

Ti regalo la mia Felicità, farne buon uso. Vestiti di sera, truccati e seguine la sua scia affinchè doni al cielo la tua leggerezza d’animo, accarezza nel vento quella bellezza che ti appartiene.

Ti regalo la mia Felicità, fai bei sogni…

 

Raffaele

Figlio unico

Guardarmi più dentro fin dentro le incrostazioni dell’anima,

un saluto fugace, sapore di antrace, ci capiremo quando le nostre parole evaderanno da questa attesa, non ho nessuna pretesa di essere figlio unico perchè dimentico di contare i battiti, paura di camminare solo, non so leggere le indicazioni stradali, il destino seduto su una panchina a bere alcol…

Guardarmi più dentro fin che finisco di mangiare patatine fritte,

come fai a non dimenticarmi in una immagine di creta che rompe ogni riflesso deterso in questa parole dure come il pane che uso per limare i denti per mordere questa realtà, perchè non sono bravo a giocare in difesa, sono figlio unico…

Raffaele

Amicizia

foto tratta dal web

 

“Quando l’Amicizia ti attraversa il cuore lascia una emozione che non se ne va…”

In un mondo in cui il cuore è diventato un oggetto obsoleto, dimenticato e poco codificato ci dobbiamo armare di tanta speranza ed essere tremendamente e umilmente speranzosi…

 

Eh che te devo di….

foto tratta dal web

 

Stava per diventare un ossessione. Una mania. Mi correggo. Dalle due-alle tre ore  effettive davanti alla schermo per condividere foto e “stories” e vedere incensantemente chi ha visualizzato i miei contenuti…. diciamo che il tutto che doveva essere fatto con spensieratezza si stava trasformando in uno stress mentale e anche il mio umore nella vita reale dipendeva da un like in più o in meno…

Così ho pubblicato il mio ultimo frammento di vita virtuale dove davo la notizia del mio abbandono del social. Almeno tiro via la tentazione di tornarci… cosi nel caso di un mio ritorno sembravo un ipocrita… forse!

Perchè quando il “mio star bene o il mio star male” dipende da un apprezzamento o meno di una mia foto o di una mia poesia allora bisogna fermarsi all’istante e ragionarci su… ed ho capito che solo il blog che da voce ai miei pensieri e mi rappresenta in meglio… Nessun stress, nessuna voglia di apparire, nessuna frenesia del consenso che personalmente mi attanagliava come catena intorno al mio mondo… benchè rimango dell’idea che i social se usati bene possono avere anche dei buoni effetti salutari nella vita di tutti i giorni…

Ma come dice sempre il mio saggio papà “a volte esagero in abbondanza, altre volte in pochezza…”

Essere coerenti con se stessi e con le proprie fragilità…

…trovare il canale comunicativo più inerenti per esprimersi dentro questa vita… io che ho avuto a trent’anni di vivere tutte le fasi evolutive della tecnologia… rimpiango un pò quando bastava farsi gli squilli per dire al proprio caro o alla propria amata “ti sto pensando…”

Raffaele