Archivi tag: innamoramento

Non avere fretta Raffaele

Non avere fretta Raffaele. Lascia parlare il tempo.

E’ quella fastidiosa amica con cui mi capita spesso di litigarci che me lo ripete ogni volta: la Coscienza.

Sembra che ogni volta che tu conosca una ragazza la devi sposare subito o per forza, sentenziò la mia migliore amica dopo che mi ero confidato per un consulto amoroso… tragico-comico direi…

E’ solo che ho sempre fretta, non riesco mai a godermi il tempo, gli attimi… tutto sembra essere in perenne distrazione. La voglia di aspettare sabato per incontrarla, domani per scriverle, la voglia di non essere impacciato e una eterno idiota con lei, la paura dei miei sentimenti e delle mie fragilità, la paura che forse non sono io quello designato per lei dal destino.

Lo scoprirò soltanto vivendo.

E’ solo che la mia vita al momento è piena di incertezze mentre lei ha una vita ben strutturata, ben delineata, mentre la mia esistenza è piatta e priva di sussulti da un bel pò di anni.

E se si vergognasse di me? Non credo. Lei è così dolce nella sua poesia che anche se ci conosciamo da un sacco lei mi ha sempre visto come un bravo e onesto ragazzo.

Certo ho la fortuna che il mio migliore amico G. ogni tanto mi da lezioni private… tipo di messaggistica, di portamento e di stile ma ancora serve non bastare… davanti a lei risulto sempre impacciato… vorrei solo essere più sicuro, ma non mi viene naturale e allora ecco che l’unico modo per comunicare con lei con i miei sentimenti sono le poesie che pubblico tra le storie di Instagram…

Dite che sto messo male male male?!

Raffaele

Credo di essermi innamorato…

Credo di essermi innamorato di una ragazza del mio paese. La conosco da tanti anni ma solo nell’ultimo periodo tramite la chat dei giovani del nostro Oratorio ho il suo numero di telefono. Ogni tanto le scrivo anche se le nostre conversazioni non durano molto. Una sera, mezz’ora prima della mia diretta Instagram, mi ha scritto se ero pronto per la chiacchierata con tanto di cuoricino. Non potete immaginare il mio stato d’animo di quel momento, anche se alterna nei suoi scritti emoticon con dei vuoti che non capisco anche se a volte legge il messaggio ma non mi risponde più… Amore non corrisposto? Ennesima ragazza che mi vede solo come un amico?

Forse è ancora troppo presto per dirlo visto che ci scriviamo solo da una settimana… ma mi piace dopo un mio iniziale tentennamento, lo ammetto, anche se non ho mai messo in discussione la sua bellezza fisica. Ora sto cercando di scoprire la sua bellezza interiore che è quello che poi conta in una persona, a mio avviso…

In questo momento vorrei scriverle, ma devo aspettare… io che di tattiche amorose non ne capisco un tubo, forse devo un pò aspettare, aspettarla nello specifico… tirarmela come direbbe il mio migliore amico…

Non so… non saprei mi sento di camminare su di una lastra di ghiaccio sottilissima… un passo affrettato e splash! Il gioco finisce qui! A volte non la capisco, a volte credo di conoscerci, di avere un pò di feeling… ma forse è presto per dirlo… eh si è ancora presto… un pò di pazienza anche se dovrò aspettare sabato prima di vederla in chiesa per un incontro tra noi giovani e forse dovrò fare una diretta Instagram per interagire con lei ed proprio nella diretta di lunedi scorso che lei mi scrisse :”che bello conoscerti!” Magari è una frase fatta però mi ha colpito molto anche perchè partecipa molto alle mie dirette, alle mie due dirette…

Certo sono una frana in Amore, forse ci si rimarrà solo amici ma non importa…. io a lei gli sto iniziando a volerle bene… ed è questo quello che conta!

Poi deciderà il destino… “fammi un miracolo per Natale, ti prego! :P”

Vorrei solo imparare a innamorarmi anche della mia Vita, non chiedo altro 🙂

Buona Vita

Raffaele

Innamorarsi

foto tratta dal web

 

Innamorarsi prevede una visione mitologica ed esasperante del proprio pensiero che vaneggia il suo profumo tra le foreste del nord europa;

innamorarsi prevede una cottura lenta e delicata di tutte quelle parole che prima sembravano banali, ortodosse e schive cercando un sentiero privo di luce e ricolmo di buche e dossi rifatti al meglio delle proprie possibilità;

innamorarsi prevede una svuotamento elastico del proprio stomaco, una scarna voglia delirante di vedere quanto è profonda la propria solitudine perchè essa sarà condivisa con un’altra ricamata e nemica anima dal fiore poetizzato;

innamorarsi prevede una religione che cerca la sua verità nascosta dentro un’inimmaginabile e spinoso abbraccio, dentro un vortice e un temporale, fiocchi di neve che svengono nella nascita di una nuova nazione, di un popolo a cui proclamarsi sindaco;

innamorarsi per cercare l’ignoto, per mangiare la pasta a mani nude, per camminare nudi mentre il sole detta la sua legge di un nuovo giorno non consentito da questa violenta musica che sigilla e ammaestra ogni più nobile poesia che passa da qui…

Raffaele

Il periodo di un mio innamoramento

Risulta allegorico il periodo di un mio innamoramento, frastagliato tra subalterni cambi di stagione improvvisato come un bravo artista di cui non si riconosce più nelle proprie virtù.

Feritoie nel muro del mio pensiero che si delinea in forme irregolari e che non accoglie nel suo habitat un appena raccolto cuore di seta. Di vino e di pelle argentata io mi nutro, sul finir del sogno e conto sulla mia agenda quei colori vivaci e intimi a cui non so ancora dare un nome.

Assenza di paternità di un animo di vetro.

Soffermarsi troppo nei miei minuziosi dettagli di un capolavoro e non comprenderne l’essenza di un opera che per molto tempo rimane insidia degli scrosci di pioggia del mio umano tempo…

Ho perso l’abilità di disegnare i contorni di un paesaggio primaverile,

ho perso l’abilità di riconoscere i suoi profumi,

ho perso l’abilità di conoscere me stesso attraverso un paradiso…

 

Raffaele

 

Buona Vita! 🙂

 

Niente paura

 

Foto tratta dal web
Foto tratta dal web

 

“Niente paura ci pensa la Vita mi han detto così”.

E’ bastato un messaggio visualizzato ma non ricambiato per far cambiare parzialmente l’umore in questo soleggiato lunedì mattina. Abbiate, se volete, avere la pazienza di ascoltare il mio piccolo e inutile, quasi banale dolore di un tardo adolescente. Vivo di notifiche, questo è il problema, di un sibillino, di un piccolo richiamo del mio cellulare. “Hei c’è una persona che ti cerca!” Vivo in un mondo tutto mio, perché, fuori dai miei ristretti e facilmente valicabili confini, ho paura di prendere vento, di raffreddarmi e di ammalarmi da false speranze e scaltre illusioni che mi hanno scavato delle piccole rughe su un corpo da ventenne deluso da una vita in salita. Cerco dei perché, cerco delle risposte, immagino, e i miei pensieri producono dei film mentali che meriterebbero un Oscar. Non mi ha risposto… capita, avrà avuto da fare, non posso conoscere il reale motivo se non glielo chiedo in privato. Oppure non ci tiene a te e amen. Punto e a capo, altro giro e altra corsa. Di certo il sole continuerà a splendere anche per i fanatici dell’illusione come me. Non do la colpa a nessuno, solo a me stesso che mi creo delle prospettive nuovo ed emozionanti senza ancora avere i giusti ed appropriati strumenti. Ho un po’ di mal di testa. E’ da venerdi che ascolto per tutto il giorno canzoni di Max Pezzali come “Ti sento vivere”, “Come Mai”, “Il mondo insieme a te”… per poi cestinarle e ritornare su brani più soft e meno inerenti alla parola A-M-O-R-E.  Vivo di pensieri e di ricordi, il mio passato è il mio presente attuale e il futuro di mimetizza dietro il cielo pur di farsi vedere. Ma ho imparato a fregarmene di tutto e di tutti…

Continua…

Amaro 21