Archivi tag: Italia

L’unione fa la forza

“L’unione fa la forza”.

Non è un modo di dire tanto per dare risalto a flebile pensiero filosofico ma è la pura verità e c’è lo ha dimostrato questa estate sportiva che vorremmo non finisse mai.

L’Italia di Mancini e le vittorie agli Europei femminili e maschili della nostra Pallavolo ne sono una valida dimostrazione della forza del gruppo che supera ogni individualità, perchè il singolo atleta, benchè forte, non va da nessuna parte. Un pò come nel Rugby che senza il sostegno del proprio compagno è quasi impossibile arrivare dritti alla meta.

Il trionfo di ieri della squadra di De Giorgi non è un caso. Ho seguito tutte le gare degli Europei e benchè gli Azzurri non hanno perso una partita e solo pochi set hanno avuto la forza di rialzarsi e di combattere, tutti insieme, per la vittoria… la prova di forza del gruppo è avvenuta durante il quarto set in cui l’Italia stava perdendo 11-10 e sembrava che la Slovenia avesse la partita in mano. Poi la svolta. Come nel tie-break sotto di tre punti siamo riusciti a non scoraggiarci, riorganizzarci e tentare una clamorosa rimonta.

La forza del gruppo. Nel quarto set l’allenatore cambia Pinali per Yuri Romano e il giovanissimo azzurro risponde subito presente mettendo a segno pregevoli punti, specie in battuta, che ci portano in parità. Come anche il centrale Ricci, poco impiegato durante il torneo che entra a fine quarto set e nei momenti finali della partita compie una “murata” che poi si è rivelata decisiva per l’andamento della partita.

Ecco i cosi detti “panchinari” come si dice in gergo che si rivelano un arma in più e non giocatori messi li per riscaldare la panchina. Anche un piccolo contributo può essere utile ai fini dell’impresa.

Al giorno d’oggi l’allenatore deve essere anche un bravo psicologo che entra nella mente e nel cuore dei propri atleti e li fa trovare sempre le giuste motivazione per lottare per un obiettivo comune. Il minutaggio di un giocatore è solo un fatto statistico, nulla più. Anche un singolo minuto può fare la differenza.

Un vero sogno non ha bisogno del tempo per compiere la sua magia.

Notti magiche.

Raffaele

Poche parole

Avrei voluto fare un lungo post per celebrare l’eroica impresa dell’Italia ieri a Wembley, parlare del bel gioco espresso dagli azzurri per tutto il torneo o del fantastico gruppo che ci ha fatti emozionare per tutta questa estate. Ma credo che tutta la Vittoria dell’Italia all’Europeo di calcio sia racchiusa in questa foto. Un abbraccio che unisce una Nazione, il destino che disegna orizzonti unici con delle sfumature barocche. L’abbraccio tra due amici, con i propri genitori o tra innamorati… un unico grande abbraccio… è questa l’Italia che vorremmo sempre vedere!

Una immagine che vale molto più di mille parole.

Silenzio!

Ascoltiamo i nostri cuori 🙂

Raffaele

(foto tratta dal web)

Lasciateci pure sognare!

Questa Nazionale di calcio ci sta facendo sognare. Uniti in unico abbraccio. Uniti in un unico coro, dal settentrione al meridione “Forza Italia!”

Lotta e sacrificio, umiltà e voglia di mostrare la bellezza del bel gioco. Eh si perchè i ragazzi di Roberto Mancini incantano con le loro prestazioni. Possesso palla in avanzamento e non come quello sterile e poco efficace degli spagnoli, predominio di ogni zona del campo, quando serve delle efficaci e imprevedibili ripartenze e pressing alto… altro che catenaccio all’italiana!

Non facciamo pronostici perchè l’uomo medio italiano è notoriamente molto scaramantico ma Verratti e compagni ci stanno facendo rivivere le vecchie Notte Magici, ci stanno strappando un sorriso, una nuova felicità dopo un lungo periodo di sofferenza e di paura legata alla pandemia, un nemico da sconfiggere ancora. No, questa Nazionale mostra l’orgoglio e la tenacia che contraddistingue il cuore ancora pulsante di un Italiano.

E se la politica a volte divide e crea delle ulteriori divisioni in seno alla nostra società lo Sport quello puro e genuino, a partire dai campetti dell’oratorio fino ad arrivare ai grandi teatri, no quello non ci delude mai. Lo Sport italiano, seppur con i suoi difetti, è sinonimo di amore e di gioia, ci fa essere fieri e non di vergognarci, quello mai, di essere Italiani!

Eppure per alcuni è solo una palla che rotola su di un campo verde e nulla più… eppure per alcuni quella è Vita.

Raffaele

foto tratta dal web

Stelle in saldo…

Sono appena iniziati i Saldi di inizio estate e mai come non mai i prezzi dell’ideologia politica sono venduti a prezzi scontati. Movimento. Movimento in circolo. Ogni estate un nuovo menù. La crisi esistenziale della sinistra, l’immigrazione che non si arresta, l’Europa alla ricerca di una propria esegesi della sua storia antica, i dilemmi unificatori del centro destra e i 5 stelle in rotta di collisione con la propria realtà.

Non è come cancellare il proprio passato eliminando file sconvenienti dalla cronologia del Computer. Non è come premere il pulsante reset quando si sta perdendo a una partita di Fifa alla Play. Non è come provare i rimbiancare il muro dopo che è comparsa una piccola macchiolina di umidità durante la notte di attese e di speranze.

Perdere la propria identità in questa lunga partita a scacchi è davvero pericoloso. Possedere l’arte della retorica per mettere in difficoltà il compagno di partito, ops! di movimento. Crisi di identità e non provare a guardarsi nello specchio la mattina dopo una una notte insonne tesa a ricordare giorni di lotta e di mistica profetizzazione elettorale. Il passato che ora ritorna e prova e decifrare il pensiero, prova in totale docilità d’animo riscrivere una nuova pagina di partito, ops! movimento.

Il Garante che difende i suoi principi fondativi contro l’Avvocato del Popolo teso a riformulare una operazione che sembra non avere una soluzione algebrica. I tempi del Vaffa contro la nuova educazione borghese. Il senso del perdono e dello smarrimento. Due rette parallele in questo cielo di stelle sole.

Rischio scissione, in parallelo con la confusione che regna nel nostro presente. Ognuno ha una sua idea ma per gelosia e avidità non sembra condividerla con i propri fratelli. Una moltitudine di capi. “Una parola è poca e due sono troppe!”

La fine di un inizio o l’inizio della fine?

I cinema che riaprono. Accomodatevi pure il cartellone questa estate sarà pieno di appuntamenti prelibati da non perdere! Buon appetito!

Raffaele

Pensiero politico- Anteprima

Dopo ben 1.170 articoli pubblicati mi piacerebbe dedicare alcuni miei prossimi pensieri sul panorama politico che mi vede coinvolto come semplice simpatizzante ed elettore italiano.

Premesso. Credo di essere di sinistra. Credo! Ancora del Partito Democratico nella fattispecie (non ho mai preso la tessera) anche se le ultime vicende del partito guidato da Enrico Letta e in precedenza da Nicola Zingaretti hanno sinceramente frenato il mio iniziale entusiasmo che mi ha visto negli anni passati seguire con molta enfasi le vicende di questa Arte di cui ne devo comprendere i lineamenti non sempre lineari.

Ma spero nelle mie future considerazioni di non far riferimento al mio “passato”. Non so se per me sarà facile anche perchè la mia cultura è davvero povera. Proverò a informarmi quotidianamente attraverso siti di informazione e visione dei vari Tg o attraverso l’acquisto di qualche quotidiano.

Credo che i giovani come me anche un pò disillusi non dovrebbero arrendersi nel comprendere una visione quasi vista mare della politica, perchè credo nel mio piccolo che benchè nella odierna politica non ci siano più i personaggi storici della Prima Repubblica ci sia comunque del buon materiale su cui parlare e chiacchierare come due amici al bar davanti a un bella birra ghiacciata.

Momenti di riflessione con qualche vena ironica e mai troppo seria e crudele… non mi appartiene quel genere di scrittura e non mi sono mai permesso di “bestemmiare” le ideologie dei miei amici o di chi mi con cui mi trovo a discutere della nostra realtà.

Sono solo un dilettante allo sbaraglio… perdonatemi 😛

Raffaele