Archivi tag: lascia vivere il pensiero

Eh…

foto tratta dal web

 

Come sapete in questi miei 6 anni di appartenenza a questo mio blog non ho mai parlato di Politica e credo che mai lo farò anche per una mia scelta personale senza però aver mai paura del giudizio altrui sul mio pensiero… semmai con qualche spiritosa battuta e spero non scadente come questa che ho in canna da ieri sera, giorno dell’ennesima crisi del nostro Governo…

E voi tutti che vi lamentavate del vuoto estivo in televisione.. in cui latitava ogni genere di intrattenimento… bene da stasera beccatevi due prossimi mesi estivi di Campagna Elettorale… io quasi quasi butto via il telecomando per la disperazione… oppure scappo in Groenlandia… ahi sorte mea!

Svegliatemi a fine Ottobre, e mi dite come è andata a finire…

Notte!

Buona estate!

Raffaele

 

Annunci

Il tempo

A volte mi chiedo quanto tempo c’è nella mia vita, di quanti granuli di speranza sono invasi i miei sogni…

A volte mi chiedo se ho sciupato, maltrattato, disonorato,  il mio tempo…

se sono riuscito in qualche modo, tra una poesia e l’altra di educarlo bene, di insegnarli i fondamenti dell’amore,

se sono stato disattento quando mi inviava richieste di aiuto, quando ho taciuto di fronte al suo richiamo del mattino, quando l’ho visto schiaffeggiato dal destino…

e mi vergogno profondamente…

Raffaele

Diciamo che…

Diciamo che… uno dei motivi per cui non partecipo al Palio del mio paese come anche in giochi vari dell’oratorio è perchè detesto perdere. Detesto perdere nei giochi di carte, di società oppure come bandierina ecc…. ho un sano spirito di competizione che strabocca e diventa esagerato e paradossale quando in gioco c’è qualcosa. Non riesco a prendere la competizione con sano spirito, con quella innocente felicità. Se vinco mi sento invincibile, se perdo anche a briscola mi sento un idiota anche per via della mia eccessiva permalosità. Accetto di “poco grado” le critiche altrui…

Vorrei solo vivere tutto con semplicità…

Raffaele

Esperimento quasi riuscito

foto tratta dal web

 

Non è stato facile ma il mio esperimento di portare la Parola, il Pensiero e la Poesia su vari social tramite le “storie” è parzialmente riuscito. Con la mia devota testardaggine ho voluto portare riflessione poetiche anche in un ambiente in cui vige la legge dell’apparenza e dell’immagine… Alla fine metà dei miei “seguaci” seguivano costantemente i miei pensieri, i miei spunti tipici di un filosofo alle prime armi come me… non mi aspettavo di più da questo esperimento durato quasi 7 mesi. Alla fine, visto le miei poche emozioni tra mutabili in foto, mi sono dovuto fermare e decretare l’esaurimento di questo mio viaggio tra le parole e dintorni sui social. E non mi permetto assolutamente di criticare l’uso di tutti noi dei social, basta non abusare della propria immagine, del proprio corpo, solo per un like in più…. insomma vendersi l’anima per essere apprezzati dal mondo e non da se stessi…… perchè se in 7 mesi le persone erano sempre le stesse che seguivano le mie stories forse deduco che un minimo di apprezzamento risulta esserci… anche perchè si sa benissimo che chi cliccava sul mio bel faccino sapeva cosa aspettarsi…

anche se ho avuto dei momenti in cui sentivo “che nessuno mi calcolava” ma è un errore che non si deve commettere… la propria autostima e il proprio star bene con se stessi non possono mai essere intaccati dai social… è molto pericoloso…

Ed è stato interessante seguire le vite, il lento e lungo andare dell’esistenze dei propri amici. Tra compleanni, feste di laurea e matrimoni raccontarsi non è per niente male, anzi…

Tutto qui,

spero di ritornare ad essere più presente ed assiduo qui sul blog,

a presto!

 

Raffaele