Archivi tag: libertà

Instant poem

 

foto tratta dal web

In stato febbrile ormai sono giunto claudicante ad Aprile. Non credo sia venuto al mondo solo per soffrire ma cerco nel mio avvenire un profumo dolce che conservi quei piccoli e minuziosi abbracci ora che sto per rinvenire. Non credo che sia tutto già scritto, che ancora posso e ho il sacrosanto obbligo di cambiare lo spartito di questa invocazione, in azione, un contrasto esagerato da chi mi vuole nudo e sfibrato e chi tra le rose e le sue spine mi giudica ancora amato. Inondato dal profumo dei loro petali, ancora trasandato sudo l’imponderabile splendore nel ritenermi di bassa classe un attore che sappia ancora con clamore emozionare con addosso venti di rancore…

Instant poem… Giovedi 28 Marzo 2019 ore 17.04

Raffaele

Provate anche voi a scrivere una piccola poesia, un piccolo componimento, di getto… come ho fatto io adesso… senza alcuna correzione… lasciar libera la propria emozione…

Annunci

Pensiero

Non giudicate e non sarete giudicati. Non condannate e non sarete condannati.

Viviamo in una realtà in cui in occasione, in ogni luogo anche inopportuno a volte, in ogni ora del giorno dobbiamo dire e per forza la nostra opinione… a volte denigratoria, inconsapevole e senza una morale.

Se la nostra opinione risulta costruttiva e caritatevole, (ahimè una virtù, la carità che latita nel cuore dei cristiani) allora ben venga altrimenti è meglio rimanere nel proprio orticello a godersi questa esistenza in pace.

Eh si perchè credo religiosamente nella potenza e nella forza della parola che ha volte può ferire e causare traumi severi alla nostra minuscola anima di cartone che alla prima luce del sole prende fuoco… ma abusiamo troppo di essa, come se fosse un dovere o chissà quale diritto dire al giorno più di 10.000 parole manco fossero gocce da prendere per non farci male la pancia anche perchè quello che ci nutriamo in questa umanità non sempre è prelibato e controllare la data di scadenza di un pensiero non sarebbe male a volte…

la libertà del pensiero è una libertà a fondamento della nostra democrazia e della nostra dignità ma dovremmo preservarla e non farla gelare di fronte a questa ipocrisia che immobilizza il nostro cuore… parlare poco ma agire tanto… verso una speranza che ancora cerca il suo orizzonte…

Raffaele

Vittoria

Ho assistito con molto entusiasmo e con uno spirito da curiosone alla partita delle nostre ragazze della squadra calcio del nostro territorio che hanno battuto 15-0 le loro rivali. Incontro valido per la prima giornata del campionato di terza serie. Partita disputata alle ore 15 presso il campo sportivo del mio paese. E’ la prima volta che vedo le donne giocare e non credo che sarà la prima e l’ultima volta… sono tornato a casa felice perchè ho vissuto un bel pomeriggio. Tifo sano e partita all’insegna della correttezza tra le giocatrici. Ho parlato un pò con le persone. Tifosi locali ma anche quelli ospiti che incoraggiavano le proprie beniamine che hanno perso solo nel risultato. Per me oggi ha vinto lo Sport e il Calcio. Quella disciplina che amo ma che vorrei tanto avesse anche una valenza per la parte femminile ignorata dai media e che non vuole proprio conoscere il diritto sacrosanto di una ragazza di inseguire il suo sogno giocando a pallone. Perchè vedere giocare le donne a calcio è ancora una sorpresa, qualcosa di insolito. Ma dovrebbe essere la normalità. Dovrebbe essere normale che a certi livelli a queste campionesse gli si riconosca certi diritti che ancora latitano come il professionismo e tutti i suoi benefici sportivi e di carattere sociale che ahimè stanno ancora conservati in qualche angolo buio del nostro presente e influenzato Sport. Perchè dare un futuro al calcio femminile in Italia non deve essere un sacrifico o un impegno gravoso. Non deve essere un peso o una sofferenza. Perchè le ragazze come gli uomini compiono gli stessi sacrifici, vivono delle stesse emozioni, vivono la sconfitta o il successo allo stesso modo. Si nutrono della stessa felicità. In Italia siamo Uguali ma ancora non c’è ne accorgiamo… Ho ascoltato storie di ragazze che come tutti tra studio e lavoro dedicano anima e corpo al loro sogno di giocare a calcio… Un sogno che non può essere stroncato dal superficialismo che viviamo nel seno della nostra civiltà. Vedere la felicità delle atlete mi ha riempito il cuore…

Siamo tutti Uguali, ma ancora non c’è ne siamo resi conto…

Raffaele

Nessuna lista

Foto tratta dal web

Nessuna lista, nessun propositi per il nuovo anno che spero con il cuore che sia meraviglioso per ognuno di voi. Non farò schemi o elenchi su quello che vorrò o odierò fare nel nuovo anno, lascerò parlare il mio cuore che spesso ho trascurato e accantonato il suo ego in qualche silenzio sordo nella mia anima. Darò un pò più di spazio all’improvvisazione, voglio essere meno incatenato ai miei pregiudizi e ai miei pre-concetti da quattro soldi. Imparare di più a dire “chissenefrega” senza mancare di rispetto al mio tempo e alla mia storia. Essere più libero di sbagliare e di fare cavolate senza l’incombenza del passato da me rievocato in chiave assai critica negli ultimi miei post… ascoltare canzoni nuovi e leggere romanzi nascosti sotto la polvere del mio pensiero…

volermi bene e amarmi per quello che sono e che sarò,

nonostante tutto…

Ci si vede nel pomeriggio!

adesso basta essere serio, ritorno ad essere comico! 😛

Ciaoooooo

Raffaele

Filosofia agricola

foto tratta dal web
Verranno giorni limpidi
come i brividi
quest’anno
Ritorneremo liberi
come quelli che
non sanno

Chiaro è che non vincerò
contro i cumuli
di memoria
Ma il vento che li agita
sarà l’ultimo ad arrendersi

E poi sarà bellissimo
di te dipingermi l’interno
Semmai potessi scegliere
io mi addormenterei d’inverno…

 

Filosofia Agricola, Niccolò Fabi