Archivi tag: manoscritto

Libri, libri, libri :)

foto tratta dal web
foto tratta dal web

 

Ultimamente, sarà l’estate che mi invoglia, ho un parziale aumento di desiderio di leggere ma in particolar modo di comprare libri. Un impulso culturale per me che amo aumentare il volume della mia libreria per la gioia di mio padre. Ho comprato di recente due libri e ne comprerò altri due domani con la paghetta di domenica 🙂 Tramite consiglio di un mio amico, ho iniziato a leggere, anzi a provare a leggere “Delitto e Castigo” per dar via ad una mia fase della mia vita in mezzo ai libri… ovvero leggere i grandi classici con più insistenza. Purtroppo non ho avuto una grande base scolastica alle spalle che mi permetta di amare fin da subito e con un minimo di studio questi “grandi e intramontabili libri”, ma non credo che sia uno ostacolo. Ho letto Hemingway e Victor Hugo senza grossi patemi, sto avendo difficoltà con Dostoevskij. Le prime 50 pagine del libro “Delitto e Castigo” le ho lette un pò affannosamente, arrancando in un alcune parti della trama. Ma sono un testardo e di certo non mollerò 🙂 Ho già tre libri lasciati a metà e non mi và di lasciare anche questo… una piccola sfida personale, sono sicuro che più in là mi piacerà… tutti me lo hanno consigliato… e il protagonista Raskol’nikov è ben descritto e mi incuriosisce nella sua descrizione che lo scrittore fa di lui…

Non ho un genere letterario ben preciso e questo credo sia un bene, mi permette di spaziare senza troppi timori e pregiudizi su ogni libro, anche se il “Noir” e il “Giallo” mi affascinano di più… 🙂

Continua…

Raffaele

Ciaoooo

Pubblicità

D’essere felice

“Procedi con calma
tra il frastuono e la fretta
e ricorda quale pace possa
esservi nel silenzio.
Per quanto puoi, senza cedimenti,
mantieniti in buoni rapporti con tutti.
Esponi la tua opinione,
con tranquilla chiarezza,
e ascolta gli altri: pur se noiosi e incolti,
hanno anch’essi una loro storia.
Evita le persone volgari e prepotenti:
costituiscono un tormento per lo spirito.
Se insisti nel confrontarti con gli altri,
rischi di diventare borioso e amaro,
perché sempre esisteranno individui migliori e peggiori di te.
Godi dei tuoi successi e anche dei tuoi progetti.
Mantieni interesse per la tua professione,
per quanto umile: essa costituisce,
un vero patrimonio nella mutevole fortuna del tempo.
Usa prudenza nei tuoi affari,
perché il mondo è pieno d’inganni.
Ma questo non ti renda cieco a quanto vi è di virtù:
molti sono coloro che
perseguono alti ideali
e dovunque la vita è colma di eroismo.
Sii te stesso.
Soprattutto non fingere negli affetti.
Non ostentare cinismo verso l’amore,
perché,
pur di fronte a qualsiasi delusione e aridità,
esso resta perenne come il sempreverde.
Accetta docile la saggezza dell’età,
lasciando con serenità le cose della giovinezza.
Coltiva la forza la forza d’animo,
per difenderti nelle calamità improvvise.
Ma non tormentarti con delle fantasie:
molte paure nascono da stanchezza e
solitudine.
Al di là di una sana disciplina,
sii tollerante con te stesso.
Tu sei figlio dell’universo
non meno degli alberi e delle stelle,
ed hai pieno
diritto d’esistere.
E, convinto o non convinto che tu ne sia,
non v’è dubbio che l’universo
si stia evolvendo a dovere.
Perciò sta’ in pace con Dio,
qualunque sia il concetto che hai di Lui.
E quali che siano i tuoi affanni e aspirazioni,
nella chiassosa confusione dell’esistenza,
mantieniti in pace col tuo spirito.
Nonostante i tuoi inganni,
travagli e sogni infranti,
questo è pur sempre
un mondo meraviglioso.
Sii prudente.
Sforzati d’essere felice…”