Archivi tag: natura

Costruire

foto tratta dal web
foto tratta dal web

 

“…nel mezzo c’è tutto il resto
e tutto il resto è giorno dopo giorno
e giorno dopo giorno è
silenziosamente costruire
e costruire è potere e sapere
rinunciare alla perfezione…”

Costruire, Niccolò Fabi

Salsa di pomodoro

foto tratta dal web
foto tratta dal web

 

We, we e ri-we! Come avete passato il weekend? Spero bene! Io nzomma… domenica, il giorno dedicato al riposo, non all’ozio che è diverso, l’ho passato facendo con i miei genitori la salsa di pomodoro. 8 ore di lavoro, dalle 5 del mattino fino alle 13 di una afosa giornata estiva. La soddisfazione di aver collaborato in maniera moooolto attiva a produrre 50 bottiglie di salsa di pomodori della propria campagna, della propria terra ha un prezzo in termini di soddisfazione personale. All’inizio, lo ammetto, è stato un lieve trauma quando ho saputo da mio padre in primis che avremmo dovuto farla e poi il giorno di domenicaaaa. Eh si io purtroppo vivo di pre-concetti e definizioni esistenziali inventati e progrediti solo da me… quindi la domenica… non si fa nulla!!! E’ la natura che mi chiama!!! Raffaele rispondi!!! La notte di sabato ho dormito poco… sovrabbondanza di pensieri… nun me coddha… non mi va… e farla di lunedi che è giorno lavorativo??? Anzi ero addirittura disposto a lavorare di notte! Che idiota che sono stato! Ecco me lo dico pure da solo! Sono pigro da morire! Alla fine devo ammettere che è ne valsa la pena… sapere che ho collaborato attivamente a fare una attività che noi meridionali svolgiamo ogni estate… ora quando mangerò la pasta mi godrò di più il sapore, il meraviglioso sapore del sugo, della passata di pomodoro fatta in casa! Tra una pausa e l’altra ho anche letto un libro: “Delitto e Castigo”… eh che devo fare anche il tempo e l’attesa deve avere un profondo senso per me! Mi sono guadagnato pure la paghetta, così un gesto simbolico di mio padre per ringraziarmi della mia paziente collaborazione da figlio non proprio perfetto, non proprio modello. Adesso ci sarà solo da andare in questi giorni nella mia terra, anzi specifico… quella di mio papà e raccogliere gli ultimi pomodori che con ritardo sono fioriti e sono diventati belli maturi…Rifarla e ripetere il lavoro anche domenica prossima? Perchè no! Aspèèè ma proprio questa domenica, quella che deve arrivare? Non si potrebbe farla l’altra domenica… mi devo ri-preparare psicologicamente!

Ciauuuuuuuuuuuuu

Raffaele 🙂

Un pò di fresco :)

foto tratta dal web
foto tratta dal web

Certo che qui il caldo non ci sta risparmiando. Sembra di stare in forno ed io sono già bello arrostito! Penso a tutte quelle persone che sono costrette a lavorare sotto il sole cocente per molte ore come i muratori o gli operatori stradali per esempio. Ed io lamentoso e capriccioso che sono stato un ora all’aperto, tra le pulizie del mio cane e stendere gli indumenti in terrazzo… no non mi posso lamentare. “Raffaele dai è estate! Goditi questa bellissima stagione e non pensare troppo, lascia i tuoi pensieri a mollo e relax please!”. Scusate ma è la mia coscienza che non vuole proprio tacere.  Dai in effetti un pò mi piace questa stagione, come per esempio portare Birillo a spasso per le vie deserte del mio paese alle 23, andare a giocare ai campetti con i miei amici e poi uscire a farci una birretta, stare in camera con il climatizzatore a palla mentre cerco di leggere un buon libro. Certo uno dei miei sogni è quello di alzarmi presto per vedere, dall’ultimo piano della mia casa, l’alba… un nuovo giorno sorgere… ho visto poche volte questo piccolo miracolo della vita, per colpa del mio sonno intenso ed esasperato! Poi c’è il Tour de France di ciclismo in tv, che per via della campagna, lo vedrò a giorni alterni. Poi c’è la campagna stessa che mi rilassa e mi gratifica nel mio piccolo lavoro settimanale aiutando il mio babbo alla sua passione post lavoro. Poi c’è il mare, il nostro meraviglioso mare che ho imparato a scoprire quest’anno ed ad amarlo come mai prima d’ora… anche se il vizio di portarmi l’i-pod c’è l’ho sempre. Bisognerebbe semmai ascoltare, imparare ad ascoltare il canto ed il suono della nostra natura, che tanto ci dona e che nulla riceve in cambio da noi. E voi tutto bene?  Un forte abbraccio, cari amici!

Raffaele 

Fiore smarrito

 

foto tratta dal web
foto tratta dal web

 

Io nel mio piccolo, un fiore smarrito

tra emozioni che non colorerò.

Sarà difficile amarsi lontano

e non toccare con mano i campi di grano,

debito accumulato sognando

nei tuoi occhi, nuvole che si addensano

pioggia a grappoli…

ho perso l’abitudine

io sconosciuto dell’amor proprio

di restare visibile per la primavera

stagione febbrile per indire

nuove nozze con l’amata creatura.

Protesto per il tempo

che non discerne dalle tue labbra,

gioco pericoloso per chi

non conosce la vertigine di un eterno bacio.

Grattacieli sospesi che prendono il sole

nel bel mezzo di un traffico

di parole amare discussione

di anime fragili che sfiorano

le loro tenebrose ombre di cera…

 

Raffaele