Archivi tag: ottimismo

Ottimista non praticante

foto tratta dal web

 

“Scusate ma sono solo un ottimista… non praticante!” è il mio slogan che caratterizza frammenti, squarci della mia piccola vita. Essere ottimista per me è sinonimo di vertigine come tentare si salire su uno scalandrone e guardare i miei limiti, i miei peccati da una altezza molto proibitiva. E’ tutta questione di fiducia, nei miei mezzi, della mia anima, del mio corpo, della mia mente, del mio cuore spesso arrugginito da un eccessiva mia indole al catastrofismo cosmico. Quando giocavo titolare, da piccolo, come portiere nella mia squadra non mi vantavo mai del mio ruolo, dicevo sempre a mio padre “sono titolare perchè l’altro è meno bravo di me”. Adesso che ho 29 anni ripeto quando capita di riuscire a impegnarmi egregiamente in un determinato contesto, in una determinata situazione in maniera più prolifica rispetto ad altre persone ripeto sempre quella frase che mi ripetevo sin da piccolo… dovrei semmai, visto che mi sto affacciando nell’età adulta pensare, forse “sono veramente bravo nel fare questa cosa”… che sia allenare una squadra di calcetto, che scrivere poesie, che animare un gruppo di bambini della mia parrocchia… senza eccessivo ego, ma con la consapevolezza, anche, che nella mia vita sono veramente bravo ad allenare,scrivere, animare. La consapevolezza anche dei miei limiti, certo, ma anche che il materiale umano che ho a disposizione è ottimo per spiccare il volo, nonostante mi manchi un pò il coraggio. A volte non sono ottimista per pura scaramanzia, perchè se mi esalta troppo perdo le redini della situazione e mi avvilisco alla prima vera difficoltà che incontro. Diciamo che devo trovare una giusta misura tra il non eccessivo, mio pessimismo, e l’esagerata indole ottimista. Sono molto fragile di carattere e non sempre riesco a correre a 100 all’ora spiaccicando il mio bel visino colmo di felicità sul finestrino di una macchina che va troppo veloce… E mi dispiace perchè i miei piccoli successi che nella vita ho conquistato non sono riuscito a godermeli appieno…

Non è mai troppo tardi…

Buona Vita 🙂

Raffaele

Pubblicità

Ottimista non praticante…

ottimismo

E’ notte inoltrata e fra poche ore mi devo alzare, i pomodori mi aspettano, avrò gli incubi stanotte, me lo sento, devo aiutare i miei a fare la salsa… Non me la sentivo di addormentarmi con un pensiero che mi frullava in testa, allora sono qui che scrivo e parlo a voi “un po’ emozionato”. Questo pomeriggio con la mia migliore amica Chiara abbiamo, non so come, affrontato il tema dei sogni, scoprendo che lei è una sognatrice nata, una sognatrice ad occhi aperti. Io lo ero, o forse ho fatto finta di esserlo, sono un mago nel nascondere le cose. Dovrei leggere Freud, forse, non so. Solo grazie alla poesie mi “assento” da questo mondo per un po’ e sogno ad occhi aperti intravedendo squarci di nuovi universi. Sono solo un ottimista non praticante, questa è la mia definizione, ma anche materialista, ho paura di esserlo, non so… il fatto che io sia tremendamente razionale centra con questo? Ogni cosa deve avere un senso per me, dal lavarmi i denti alla mattina a baciare una croce di legno la sera prima di addormentarmi, devo organizzare tutto nei minimi particolari anche se ammetto che con l’improvvisazione ci sono fare un pochino… Come dice mio padre “Se ti capita qualcosa fuori dai tuoi schemi, figlio mio, sei fregato!” Tradotto… lasciati andare! Non riesco non è facile e come avvicinarsi a un dirupo con due ali dietro la schiena e soffrire terribilmente di vertigine, oddio ne ho sempre sofferto un po’sin da piccolino. Sono materialista, lo sono come tutti in questo mondo, a parte qualche eccezione, non sono originale, forse non sono unico, ho sempre invidiato gli altri per quello che erano, ma gli anni passano e il tempo si restringe… 26 anni, superato un quarto di secolo, bel traguardo, eppure dentro di me da un bel po’ sta nascendo una forza che mi spinge ad allargare i bordi del mondo se non ad abbatterli, di guardare con occhi sempre nuovi la vita, di lasciare un’impronta tangibile su questa Terra. Forse non sono così materialista, forse sono anche io un po’ sognatore, o forse ha ragione Chiara quando mi scrive tramite sms “Fa bene sognare un po’ ” a piccole dosi… per me è più che sufficiente!!!!! Grazie Chiara per i tuoi preziosi consigli e perchè mi sopporti da quasi 10 anni e in tutte le mie “disfatte sociali” ahahah 😛
E poi come diceva Shakespeare “Siamo fatti della stessa materia di cui sono fatti i sogni”, mi fido ciecamente!
Ok, ora vado a letto, i pomodori domani mi aspettano 😛

Odia me

Odia me

cielo immenso

oscura di nubi nere

il mio progresso

fai cadere pioggia acida

sui sogni calpestati dalla rabbia.

Declissa ogni lampo

di gloria nel futuro…

per l’innocente e cruenta innocenza

non sono ancora maturo.

Non sbagliare bersaglio

sono qui:

sono un piccolo abbaglio.

Assopito da strani enigmi

da inusuali dolcezze

depongo nei pensieri altrui

tracce di ottimismo

non mi servono più…

cielo-azzurro