Archivi tag: paura

Nel tuo silenzio

foto tratta dal web

 

Nel tuo silenzio

io cerco una violenta immortalità

spero nessuna banalità nel mio orgoglio.

Nel mio timore cerco un germoglio

dammi un pezzo di foglio rovente

per riscrivere la mia identità permanente

è evidente che scivolo, solo, via

fragili ambizioni di tenerti nel mio bizzarro

cuore latente di parole schiave…

 

Raffaele

Non conosciamo mai la nostra altezza

foto tratta dal web
foto tratta dal web
Non conosciamo mai la nostra altezza
finché non siamo chiamati ad alzarci.
E se siamo fedeli al nostro compito
arriva al cielo la nostra statura.

L’eroismo che allora recitiamo
sarebbe quotidiano, se noi stessi
non c’incurvassimo di cubiti
per la paura di essere dei re…

Emily Dickinson 

 

Trovo sinceramente questa poesia di una maestosità seppur in piccoli e brevi versi… eh si quante volte mi sono piegato per paure costruite dal mio pensiero per paura di affrontare la realtà… non spingersi oltre per paura di affrontare la sete di verità… il mio e il nostro compito è quello di rialzarci in ogni momento della giornata sfiorando il nostro cielo, accarezzare le nuvole e riscaldarci del calore della nostra famiglia… mai dubitare dei nostri limiti e delle nostre fragilità che ci rendono più veri e più autentici in questo mondo di sguardi soli…

Buona giornata 🙂

Raffaele

Ri-eccomi

foto tratta dal web
foto tratta dal web

 

E’ bastato andare a mare dopo tanto, tantissssssimo tempo per “purificarmi” un pò dalle scorie di pigrismo acuto che ogni tanto mi affligge rendendomi una statua, un corpo inerte teso a osservare l’altrui vita mutarsi nel tempo… E’ bastato uscire con i miei amici che per poco non dimenticavano le mie sembianze simili a un pilone di rugby! ahahahahah 😀

A volte ho bisogno di staccare la spina, disconnettere il mio pensiero verso il mondo che gira intorno a me senza chiasso, ne rumori fastidiosi per il mio udito. E poi ritorno qui, nel mio blog per riprendere a camminare, a colorare la mia sequela con le mie poesie e i miei post di sognatore folle e instabile. Vi avevo promesso che avrei cambiato volto al mio blog, ma ancora non l’ho fatto… bugiardo e falsario di promesse che non sono altro! 😀

Ho solo il timore, una paura innocente del cambiamento, sono sempre stato restio nell’evoluzioni di alcuni frammenti della mia vita. Le cose migliori della mia giovane esistenza sono avvenute improvvisando e lasciando a casa la logica e il ragionamento interiore…

Mhà… a volte non mi capisco nemmeno io, a volte complesso come la struttura del DNA…

Buon inizio di settimana Amici 😉

Buona domenica :)

 

Niente pauraanche quando la tua migliore amica ti sbatte in faccia alla realtà senza che io sappia come reagire in mancanza di imminenti stimoli vitali;

Niente pauraanche quando i miei pensieri e i miei sogni sono da premio Oscar come classici film di fantascienza, premio Oscar anche al sottoscritto come “attore non protagonista” o come sceneggiatore per una vita vissuta interamente di illusioni e poca poesia;

Niente pauraanche quando cerco la felicità nel passato e lui mi sputo contro vecchie nenie e mi spalma sulla pelle vecchie ruggini non ancora ben identificate;

Niente paura“perchè farsi una ragione vorrà dire vivere”;

Niente paural’età avanza ed io ancora con i giocattoli in mano pensando:” Lasciatemi ancora giocare un pò”;

Niente pauraperchè trovare, ora, un posto nel mondo è come cercare un ago in pagliaio e se lo trovo non c’è neanche un posto per pisciare;

Niente pauraanche quando dopo che mi sono lavato la faccia faccio fatica, provo paura nel vedermi allo specchio senza timidezza e scaltra ipocrisia;

Niente paura“a parte che i sogni passano… se uno li fa passare…” quanti sorvoleranno il mio cuore senza io che abbia la forza di prenderli e farli mie con addosso l’innocenza di un fanciullo;

Niente paura… ci pensa la Vita mi han detto così!!!

Buona domenica 😀

Amaro 21

Niente paura

 

Foto tratta dal web
Foto tratta dal web

 

“Niente paura ci pensa la Vita mi han detto così”.

E’ bastato un messaggio visualizzato ma non ricambiato per far cambiare parzialmente l’umore in questo soleggiato lunedì mattina. Abbiate, se volete, avere la pazienza di ascoltare il mio piccolo e inutile, quasi banale dolore di un tardo adolescente. Vivo di notifiche, questo è il problema, di un sibillino, di un piccolo richiamo del mio cellulare. “Hei c’è una persona che ti cerca!” Vivo in un mondo tutto mio, perché, fuori dai miei ristretti e facilmente valicabili confini, ho paura di prendere vento, di raffreddarmi e di ammalarmi da false speranze e scaltre illusioni che mi hanno scavato delle piccole rughe su un corpo da ventenne deluso da una vita in salita. Cerco dei perché, cerco delle risposte, immagino, e i miei pensieri producono dei film mentali che meriterebbero un Oscar. Non mi ha risposto… capita, avrà avuto da fare, non posso conoscere il reale motivo se non glielo chiedo in privato. Oppure non ci tiene a te e amen. Punto e a capo, altro giro e altra corsa. Di certo il sole continuerà a splendere anche per i fanatici dell’illusione come me. Non do la colpa a nessuno, solo a me stesso che mi creo delle prospettive nuovo ed emozionanti senza ancora avere i giusti ed appropriati strumenti. Ho un po’ di mal di testa. E’ da venerdi che ascolto per tutto il giorno canzoni di Max Pezzali come “Ti sento vivere”, “Come Mai”, “Il mondo insieme a te”… per poi cestinarle e ritornare su brani più soft e meno inerenti alla parola A-M-O-R-E.  Vivo di pensieri e di ricordi, il mio passato è il mio presente attuale e il futuro di mimetizza dietro il cielo pur di farsi vedere. Ma ho imparato a fregarmene di tutto e di tutti…

Continua…

Amaro 21