Archivi tag: pelle

al femminile…

Simbiosi

evoluzione in cammino,

ti sento così vicino a me.

Distratta,

indomita,

valore di una incognita in fibrillazione.

Accendo la fame in questo mio cuore ancora malnutrito e indebolito

nei suoi abiti troppo succinti.

Spero già nell’autunno

poesia da mordere con te

perchè il transito di una stella cadente

abbia lo stesso profumo

di miele selvatico sulla tua pelle.

Raffaele

Pubblicità

Pelle

“La pelle cerca il suo battito, la sua circostanza, il suo sapere, la sua casa e si libera di se stessa ad ogni goccia piccola ed effimera con alta concentrazione di affettività proveniente da occhi indiscreti. Non si obbliga a proteggersi in granuli di raggi colti. Morbida e delicata, fredda nel suo credo, nella sua membra non vuole essere capita e se posta a contatto con i suoi simili nulla perdona… la cui ombra tace. Piccole increspature ed è già un grido. Si cura del calpestio e del precipizio di secondi e secondi fini che frugano tra solstizi di altre premure…”

Raffaele

Ancora pioggia e il mio pensiero vola…

foto tratta dal web
foto tratta dal web

 

Ancora pioggia. Giornate uggiose da commiato per questa mia insolita e fresca estate salentina. Piove da un bel pò di giorni e l’arsura dei miei pensieri, su quel che resta del mio incantato mondo di fine adolescenza, sembra estinguersi goccia dopo goccia. Gli ombrelloni sono ormai chiusi e riposti in cantina, gli abiti e i miei vestiti stagionali tristemente rinchiusi in scatoloni di cartoni sofferenti della loro, ormai, inespressa felicità. Maschera da sub per vedere sotto acqua posti magici e silenziosi ancora non presenti sulla terra ferma e riposta nel cassetto insieme con i racchettoni ancora vivi della loro sabbia. La crema solare protezione massima che nulla ha potuto evitare ancora una volta scottature di amori fugaci e istantanei come quel che resta del mio umore in questi giorni a contare le nuvole nere coprire un cielo ancora pieno e fecondo di stelle. Aspettare un anno, conscio che sarò un altro io, un’altra persona, come un serpente forse cambierò pelle, perchè da qui alla prossima estate un nuovo film girerò, essere il regista e il produttore della mia esistenza ancora sono ai primi passi, un aiutante, uno stagista che deve capire e conoscere i meccanismi di questa trama, di una storia che non resta stantia ma si evolve, nasce e muore e rinasce ogni giorno… In questo autunno alle porte un’estate di speranza, almeno lo spero…

Raffaele

“Baby è un mondo super!”

foto tratta dal web
foto tratta dal web

 

“Cos’è che non va? Baby è un mondo super!”

Francamente non saprei dare una risposta certa e definitiva, tutto è in bilico, ancora nella mia giovane vita. Cercare tra le lacrime di strade disconnesse e ripide a metà e un sorriso di un cielo stellato che mi indica risposte di un viaggio alla ricerca di me stesso. Galleria di immagini e ricordi che rinsaldano le mie paure racchiuse dentro un incognito “Perchè”. Stare un pò solo e rinfrescarmi volando nel pensiero dei miei cari, senza da loro chiedere nulla in cambio… sono in eterno debito affettivo, farò con quel poco che potrò.

Epicentro delle mie emozioni, up e down. Alba e tramonto di una vita ancora non persuasa e corteggiata a dovere, indossando maschere e rifacendomi svariate volte modiche al look di un anima che non smette mai a capire angoli della mia fragilità, anche la più remota.

“Svegliarsi a metà, con i sogni mezzi aperti…”

Poesie per rivedermi con acerbi occhi di un giovane in procinto di diventare grande, un adulto da certificare, marcando a fuoco sulla mia vergine pelle le insidie e i nascondigli del nuovo mondo. “Un nuovo sapore, essere stato e divenire nel bene qualcosa di utile… “

Continua, forse 😉

Raffaele 🙂