Archivi tag: persona

Evaporazione

Ed io che ieri pomeriggio mi perdo “volontariamente” la finale del Campionato Italiano di Rugby vinta da Rovigo la squadra di cui per altro faccio il tifo… con tanto di rammarico successivamente e imprecando circa la mia costante pigrizia che mi affligge da un bel pò di tempo. Sono sempre stato un amante dello Sport a 360 grado ma nell’ultimo anno ho perso un pò di grinta e costanza. Non ho seguito più il Volley femminile e poco sono stato attento alle dinamiche interne del mondo della palla ovale e del Futsal. Ho seguito il calcio e la mia squadra del cuore solo il giusto con la speranza di non fare scherzi con gli Europei che sono alle porte. Anche qui con il blog e con la scrittura in generale ho perso la mia brillantezza ma mai voltando le spalle al fascino per le parole. Diciamo che la costanza in ogni settore della mia Vita non è mai stato il mio piatto forte. Come nella Spiritualità, nell’Amicizia, nello Sport ho avuto dei costanti “up e down” consapevole che dovevo sfruttare tutto me stesso quando stavo in vetta alla mia più sublime ispirazione. Non sono mai stato bravo a sufficienza nel pormi un obiettivo anche se di natura strategica e portarlo fino in fondo. Basta che mi mancano un pò di stimoli ed ecco che tutto ciò che ho costruito si sgretola come con un castello di sabbia…

Non so se pure voi vi trovate alcune volte nella mia stessa condizione. A volte non riesco mai a gustarmi nessun sogno perchè so che ad un certo punto tutto in me evapora. Forse dovrei affinare ancor meglio la mia forza di volontà o forse il mio tempo mi presuppone un radicale cambiamento di stile di vita di cui forse non ho ancora ravvisato la sua forte presenza…

Non saprei… oggi per esempio fosse per me passerei tutta la giornata a letto…

Che palle… quando faccio così non mi sopporto…

Sono un caso disperato? 😛

Raffaele

Doccia

Non ne potevo più, mi stavo dissolvendo, stavo per scomparire nell’immensità dell’estate. Un pò per via della mia scelta pazza di farmi crescere i capelli proprio nel mezzo dell’inferno (sono decisamente un genio, non credete?), un pò perchè detesto i climatizzatori, un pò perchè non mi sopporto neanche più da solo (e qui c’è dedicare un capitolo della mia esistenza)… alla fine non ha resistito e mi sono fatto, intorno alle 17, una doccia ghiacciata anche con il rischio di farmi venire un malanno… non volevo proprio uscire, ogni goccia d’acqua era un soave benessere che la mia pelle richiedeva urgentemente. La voglia di rasarmi i capelli e la mia folta barba c’è… ma resisto… l’estate per me è una battaglia nell’attesa del mio inverno. Ed è una sorpresa quando la sera a cena in giardino un leggero venticello inebria i miei sensi… vorrei prenderlo e giocarci prima che tutto si dissolva. Ma non mi lamento… sto vivendo delle belle giornate con le mie sorelle e la mia nipotina, la mia famiglia che si stringe intorno a un tavolo per parlare e scherzare, perchè a me il sorriso nonostante il mio amico poco gradito, ovvero il caldo, non manca. Ed anche se mi tocca aspettare la sera per leggere un pò o portare a spasso Birillo e nel pomeriggio mi tocca fare una pennichella forzata perchè non mi va di fare nulla e ho mille pensieri un pò stagnanti nel mio orizzonte, dai alla fine per ora non mi posso lamentare…

E voi, a che a punta state della vostra estate?

Basta, oggi ho scritto abbastanza 😛

Raffaele

Capirmi

A volte faccio fatica a capirmi davvero, a 29 anni a volte mi sento esule da me stesso, da ogni pensiero, da ogni ragione. Cambio volto alla mia allegria in un attimo, conscio dell’attesa degli altri della mia felicità. Cambio idea e direzione senza aspettare il tempo, se io fossi un romanzo sarei un mix tra il fantasy e un giallo dove la trama risulta piuttosto ingarbugliata su eventi troppo inattesi e sprecati, gettati via dal protagonista. Cambio strada e universi, aggiungo malinconia e frenesia ai miei mondi, sconquasso la verità con eccesso di umiltà, sconquasso un bel momento con quel velo di mediocrità che rispolvero nelle grandi occasioni. In questi giorni sto pensando ininterrottamente ai tutti quelle occasioni sprecato e non colte come un bel fiore sbocciato alle luci dell’alba che la vita, la mia ormai logora dei miei momenti, mi ha gentilmente concesso per poi pentirsene. Come mi pento di tutti quei pregiudizi che mi faccio su persone o circostanze che mi alienano dalla realtà e basta uno schiaffo del destino per farmi affondare… ma poi tutto passa perchè la voglia di vivere prendere il sopravvento ma quanta fatica per raggiungere la felicità…

Buona Domenica! 😀

Buona Vita! 😀

Raffaele