Archivi tag: politica

Rappresentanza

Sono un Cattolico di Sinistra e fino a poco tempo fa ne andavo fiero.

Adesso ho avuto una piccola crisi mistica, diciamo così, tale da allontanarmi e da diminuire sensibilmente il mio interesse verso i loro orizzonti.

Prima l’Alleanza per convenienza con i 5 Stelle, poi l’alleanza con la Sinistra radicale e con Di Maio per queste Elezioni… insomma perdonatemi proprio ma io non ce la faccio.

Purtroppo quelle zone mancano di vedute e di prospettive che mi attraggono, mi potrei accontentare o forse aspettare i prossimi cinque anni e vedere quali ingredienti ci saranno nella prossima minestra.

Non mi piace più la sceneggiatura.

Ogni volta mi illudo che sia un nuovo inizio, vedi il mio voto per Zingaretti alle Primarie Pd.

Ecco la politica è per me, ora, una grande illusione… ormai ho smesso di comprare i quotidiani e appena vedo un politico in tv cambio subito canale.

Dovrei forse accontentarmi di quello che offre oggi il menù della casa?

Ah mio Caro Mattarella, quanto ti voglio bene!

Perdonatemi per questo mio post piuttosto brutto e maleducato nel contenuto….

Raffaele

Pubblicità

Posso essere cattivo?

Posso essere cattivo, almeno per un momento?

Dopo l’entusiasmo svanito per la politica per colpa delle alleanze e continui colpi di teatro avevo promesso a me stesso che non avrei più comprato e speso un centesimo per un quotidiano e leggere di Calenda, Salvini, Meloni e Letta… oramai non guardo più la tv stufo delle loro continue presenze.

Mi sono rotto le scatole!

Eppure questo mattina sono andato in edicola e ho speso i miei soldini.

Non sto capendo ancora il perchè e se nemmeno oserò sbirciare qualche rigo di qualche articolo. Forse passerò direttamente alla sezione Cultura e Sport.

Ho pure smesso di seguire sui social tutti i Politici nostrani, dedicando più tempo per la letteratura e poesia.

Forse perchè… “Certi Amori non finiscono….”

Oddio… sto messo proprio male!

Forse non tutto dentro di me è svanito, evaporato…

Aspè… quanto manca al 25 Settembre?

Raffaele

Like

Ieri sera prima di chiudere Instagram ho messo due like, uno alla Pagina Ufficiale di Giorgia Meloni e uno al suo Partito. Poco prima a “Zona Bianca”, su Rete Quattro, ho assistito a un dibattito politico e successivamente hanno proposto, in diretta, una intervista a Matteo Salvini.

Non so per quel Like,

forse per curiosità e conoscere, attraverso i post della Meloni, davvero il suo pensiero.

Ho dei notevoli pregiudizi, che riguardano un pò l’origine del suo partito, e questo non mi ha permesso di conoscerla davvero fino in fondo.

Non vorrei, votandola il 25 Settembre, salire sul carro dei vincitori… non sono il tipo.

Fino adesso, a 34 anni, sono stato in linea con il costume del mio Partito di riferimento: il PD.

Ma adesso ho come una “crisi vocazionale”. Ho ampliato i miei orizzonti verso il Centro ma non credevo che un giorno mi potessi venir la voglia di conoscere quelli della Destra per cui ho sempre lottato contro la sua ideologia.

Non so come sentirmi per questa mia piccola debolezza avvenuta ieri sera, poco prima di addormentarmi.

Ma come in queste Elezioni mi sento in contraddizione con me stesso.

Io, forse stupidamente ritengo, che se uno è di Sinistra lo deve rimanere fino all’ultimo. Lo stesso vale per uno che ha sempre votato Salvini e Co…. anzi critico chi lascia la “sua abitazione” per magari degli slogan troppo traboccanti di piacere dall’altra parte della barricata…

Ma nell’ultimo periodo non mi riconosco più nel mio partito.

Anzi, mi correggo, da due anni a questa parte, anche per via di una Alleanza che io definivo contro Natura.

Il mio voto deve essere libero e nessuno mi può giudicare per questo, nemmeno la mia coscienza troppo spesso critica con il mio cuore…

Aspetto e vedo e intanto osservo…

Buona Giornata 🙂

Raffaele

Ci sto provando…

Più passa il tempo, meno tempo rimane prima del Voto del 25 Settembre e più sento di essere confuso.

Confuso di questi giri di valzer della Sinistra, degli slogan di vittoria della destra… come è giusto che sia…

Ieri sono riuscito a vedermi solo Calenda su La7 poi quando mio padre ha girato su altri canali in cui vi erano programmi che parlavano di Politica allora li ho mollato gli ormeggi.

Sempre ieri mentre leggevo un quotidiani alla fine mi sono detto “Che palle!”

Eppure ero partito con grande entusiasmo, manifestato anche qui sul blog ma poi… non so forse vedo la nostra situazione come un bambino a cui è stato promesso un giorno una visita in un parco giochi.

C’ho un senso di insoddisfazione… che posso farci…

La Sinistra che ancora cerca una propria geolocalizzazione, una propria identità… una Sinistra ancora troppo frammentata in piccola partiti che si fingono di dettare legge… un senso di conciliazione che tarda ad arrivare…

Sin dal mio primo voto speravano che la Sinistra fosse una casa accogliente, priva di crepe e di contraddizioni, una casa che non vivesse di calcoli matematici per andare avanti e non di orizzonti ancora vuoti e poco romantici… una casa con delle fondamenta di prima qualità e non rattoppare un imbarazzo fin troppo evidente…

Vabbè, forse devo resettare le mie ambizioni e il mio romanticismo e vedere la realtà per quella che è…

Raffaele