Archivi tag: post

Preda o predatore?

foto tratta dal web

 

Vittime o complici, in questa oleosa e profumata vita che scivola lungo scorticati petali di un cielo ancora terso?

A volte mi chiedo se sono una preda o un predatore nella mia abilitata esistenza a cui devo la riscossione di un debito per una qualifica professionale ottenuta con scarno merito. A volte mi chiedo se mi lascio ammazzare dagli eventi che come calcinacci mi cadono giù dall’alto o se sono io che gusto il sapore del vento proveniente da sud…

A volte mi chiedo, nelle ore più calde del giorno, se i miei passi lungo la sottile linea dell’orizzonte lasceranno per sempre un vago ricordo della mia gioventù o se è solo una virtù smettere di conteggiare le note poetiche che mancano prima che si schiuda la notte nell’enfasi vaga di una assorda felicità…

Amaro

Annunci

Non capisco…

Non capisco perchè sei apparsa solo ora tra i miei pensieri. Me lo chiedo sapendo di non avere mai una risposta, nemmeno quella racchiusa dentro un like o una visualizzazione e se sarai solo una distrazione lo vivrò a mie spese contando le chiese in cui andrò a deporre una mia preghiera ora che si fa sera…

Raffaele

Pensiero del mattino…

foto tratta dal web

 

La bellezza, quella positiva e attrattiva, dei social è che mi permette di osservare da dietro le quinte, senza uscire dal palco, tutte le sfumature del pensiero umano… ed io che sto diventando pian piano sempre più curioso osservo, rifletto e immagino su queste tenui riflessioni del mattino… in particolare seguendo le “storie” dei miei amici su facebook o su instagram. Mi piace molto carpire ogni loro frammento della loro vita non sputato nella realtà ma dolcemente messo allo scoperto. Che sia una serata in disco, una giornata al mare o una foto con il proprio partner poco importa. Io osservo… io forse esagero nel pubblicare storie poetiche. Non tanto. Non molto. Il giusto. Chi clicca sulla mia bella faccina sta che troverà qualcosa di riflessivo e a volte tendente al comico come le faccine curiose del mio cane. Perchè non è vero che i social siano tutti e per forza dannosi. Bisogna saperli gustare bene. Un pò come la cioccolata…

Anche se a volte, io che rimpiango la mia adolescenza, un pò di nostalgia mi viene quando guardo i contenuti dei ventenni perchè ho sempre la strana sensazione di non aver vissuto appieno quegli anni… è più forte di me… ma forse la mia giovinezza non è del tutto terminata e forse si è presa una pausa di riflessione, diciamo 😛

Anche se non c’erano tutte quelle tecnologie come i-phone e tutte queste app… molte foto, momenti speciali, ricordi fantasiosi li ho fotografati nel mio cuore e questo conta di più… credo… spero di non sbagliarmi!

Buona Domenica! 😛

Raffaele

Immaginario

Se sono stanco di questa mia ricostruzione

dall’anima mite

un nuovo volto intriso in una ribellione

poco di manca.

Un nuovo percorso ferroviario

che mi porti lontana da qui

“al di la del limite”

Un servizio bancario che mi eroghi un mutuo con la vita…

ma per fortuna a me che sono solo immaginario!

Amaro

Eh…

foto tratta dal web

 

Che io c’entri poco con la mia terra, la mia storia e le mie origini questo è dato di fatto. Ormai mi conoscete e sapete che l’estate è il periodo della mia esistenza che amo di più…

se pocca… come un pinguino artico che si protrae nel fare ferragosto con 35 gradi all’ombra e senza nemmeno un ghiacciolo da gustare in santa pace…

E si… detesto il caldo anche se ho deciso comunque di farmi crescere i capelli e la mia folta barba,

anche se non ami particolarmente le giornate lunghe, quelle in cui il sole non si annoia mai e quasi non volesse lasciare posto alla luna… per me le giornate finiscono alle 20… credenza mia personale…

anche se quest’anno la mia situazione precaria la affronterò in maniera diversa…

andrò contro-corrente… andrò a mare e nei posti più disperati, uscirò tutti i giorni con gli amici anche se tutte coppiette e il verso di una poesia di Ligabue “un’amore che comincia d’estate…”  ormai lo posso tranquillamente cestinare, anche se mi dovrò assorbire ore e ore di climatizzatore a casa o in macchina con mio padre, anche se dovrò studiare con tutta la mia pelle bianca che si liquefa nel primo pomeriggio per un concorso in ambito sanitario, anche se dovrò portare a spasso il mio cane di sera perchè è un chiacchierone e tenerlo a bada nel mio giardino di casa con tutti i miei parenti diventa una missione impossibile…

e niente… quest’anno mi voglio fare male da solo e fare tutto e l’incontrario di tutto…

speriamo che funzioni questa pazzia!

Raffaele