Archivi tag: problema

Indicazioni… ????????????

foto tratta dal web
foto tratta dal web
Vorrei chiedervi scusa per questa mia momentanea assenza dal blog. Giorni di riflessioni dove il pensiero del mio tempo e del mio mondo ha riempito lo spazio intorno a me 🙂
Di cosa parlo? Bene aspettate un attimo… ah si! Come non posso non raccontarvi del mia monumentale e fantasmagorica e colorita per certi versi nel proseguo della mia piccola e veniale figura del cavolo con un passante che mi ha chiesto gentilmente una indicazione stradale. Ecco rispondere a dei comuni e innocenti cittadini circa delle indicazioni su paesi, luoghi come pizzerie, edifici di vario genere diciamo… che è una mia piccola paura. Esageratooooooooooooo! Si! All’ennesima potenza. Abito su una via principale del mio piccolo paese e ogni qualvolta che porto a spasso Birillo, il mio cane, mi ritrovo spesso a dover dare delle semplici informazioni. Appena vedo che una macchina tende a rallentare la sua corsa e il tipo al volante abbassa il finestrino della vettura, un brivido mi percorre la mia schiena. Il motivo??? Sono semplicemente negato e un totale idiota nel dare e fornire indicazioni stradali. Come nel caso della persona citata all’inizio del post: era, credo, un operaio di una ditta di costruzioni edili, io ero all’incirca nei pressi di un benzinaio. Lui mi fa:” Capo, per….. dove devo andare?” io alquanto sicuro e deciso (strano, di solito vado in perenne tilt) gli rispondo :” allora, prenda quella strada, esca da li, poi prenda…”. Lui mi ringrazia per averli fornito una preciso e corretta informazione e se ne va via soddisfatto, conscio di aver risolto il problema. Solo… che… il mio piccolo neurone al momento del misfatto era in pausa caffè… solo dopo pochi minuti mi sono reso conto di aver confuso un paese per un altro e di aver mandato quel povero martire nel punto diametralmente opposto all’originario paese che mia aveva chiesto. Ma tanto chi se ne frega, capita a tutti di sbagliare, certo… uno, due, tre… io tendo, salvo miracoli a dare nel pallone, perchè tendo a confondermi facilmente, una sorta di panico moderato. Un problema c’è: conosco poco il mio paese, le sue vie, le sue case. Sono bravo ad uscire fuori, a passare le serate in locali, pizzerie, che spesso, come dice mio padre basterebbe anche prendere la bici (che prende polvere sotto la cantina) per passare un pò di tempo a conoscere meglio il paese che da 28 anni mi ospita. E qui ci sarebbe da aprire un capitolo, uno spunto, un tema da approfondire in un prossimo post: “Come impieghiamo il tempo noi giovani e conosciamo veramente le nostre radici?” Conosco solo le principali strade del mio paese e basta. E le figure le faccio, sempre e comunque.

Mannaggi, mannaggi, mannaggi….

E voi vi capita questo genere di figure??? 😀

 

Buona giornata! 🙂

 

Raffaele

Dubbi

foto tratta dal web
foto tratta dal web

 

Inizio di settimana all’insegna dei miei corpulenti e sgrassanti dubbi filosofici che corrodono o rinfrescano il mio pensiero di una mummia appena uscita dal suo sarcofago. I miei sono ritornati da un viaggio e la mia asocialità si è conclusa ieri sera. Parafrasando un detto:”Quando i genitori non ci sono… i figli ballano”. Quindi addio pizza e birra la sera e solita pasta con il ragù a pranzo. Si ritorna, e meno male, alla vita di tutti i giorni. Una settimana a casa da solo è una bella esperienza ma sono contento che sono ritornati i miei, il silenzio della mia abitazione era quasi assordante. Adesso sento il profumo provenire dalla mia cucina… broccoli… blè… pasta con i broccoli… blè… mamma mi sei mancata… si ma poi domenica… lasagne e cannelloni??

Dubbi filosofici e morali, specie dopo il catastrofico referendum di ieri. Tempo di prima mattina a spulciare tra i vari post e relativi commenti dei miei amici su face sul tema, appunto, della “consultazioni popolare” di domenica.

Dubbi filosofici ed estetici… comprare occhiali nuovi… quale tipo di montatura sceglierò? Il colore per forza blu, un pò sgargiante, è vero, ma i miei gusti sono particolari che seguono i miei odierni stati d’animo.

Dubbi filosofici e sportivi: con la mia squadra di calcio dei miei ragazzi vinceremo la prossima partita e accederemo ai playoff? Che tipo di allenamento svolgere domani pomeriggio e come li dovrò “caricare” prima della partita?

Dubbi filosofici e forse banali e stupidi. Non saprei, i problemi sono soggettivi e ognuno usa una proprio metodo di giudizio. Adesso mi chiuderò in camera e ascoltando un pò di musica contemplerò sulle vere tematiche da affrontare per dare un minimo di ardore alla mia esistenza, per dare vita ai miei prossimi giorni, con lo sguardo rivolto verso l’alto a guardare e sognare un cielo su misura di me…

Forse perchè il mio continuo pensare e riflettere sul mio destino a volte mi cristallizza a volte mi permette di essere un pò più libero…

Buon Lunedi amici!

Un abbraccio!

Raffaele 🙂

Buon inizio settimana! :)

 

foto tratta dal web
foto tratta dal web

 

Come avete passato il weekend??? Spero con tanta gioia e felicità e una buona dose di spensieratezza per tenere a bada i nostri problemi quotidiani. Io purtroppo non sono uscito con i miei amici, visto che loro sono “saliti su al nord” alla festa di laurea di una loro conoscente. Io sono rimasta a casa, “drogandomi” di partite di calcio alla tv. Il sabato con tanto di pizza, come ornamento alla mia serata da “single”, e la domenica dalla 12.30 fino alla sera, per vedermi l’Inter, il derby alle 15, il Napoli alle 18 e la Fiorentina alle 20.45 nel posticipo. Sono uscito, come di buona consuetudine il sabato mattina per comprarmi i giornali sportivi e poi alle 18 per assistere alla santa messa nella mia parrocchia. Overdose di tv e calcio, intervallata dalla coccole al mio cane con conseguente passeggiata tra una partita e l’altra. Ho ricaricato le pile, pronto per festeggiare San Martino tra due giorni. Tranquilli non sono un ubriacone! ahahahah 🙂 Ma il fatto di riabbracciare i miei amici dopo la loro “trasferta-vacanza”, mi rende felice. I miei buoni propositi per questa nuova settimana sono relative alla scrittura, ma tanta scrittura (sperando che il letto mi stuzzichi, specie nel pomeriggio) e di darmi una mossa con la ricerca del lavoro. Speriamo bene! 🙂