Archivi tag: ricerca

A.A.A. cercasi ispirazione urgentemente :D

foto tratta dal web
Quello nella foto sono io… Pippo! che invano da due settimane è alla ricerca spasmodica di una ispirazione poetica che sta seccando come un fiore del mio pensiero estivo. Sto provando tutte le tecniche che uso di solito nel comporre… ma Niente! Mi vengono in mente orrendi versi, e strane articolazioni di rime senza senso. Ogni tanto qualche canzone di Niccolò Fabi, di Ligabue, dei Negramaro solleticano la mia fantasia ma essi si brucia subito come foglie secche. Eppure esco, sto a contatto con la realtà che mi circonda… ho anche smesso di scrivere e di fare interviste per una pagina facebook… nada! Credo che il mio pensiero sia andato anche lui un pò in vacanza, a prendere fiato, cercando di respirare aria pulita e pura, magari sorseggiando un drink vicino al mare… sempre meglio che stare di fronte ad un asociale come me! ahahahah 😀   Eppure come vedete scrivo sul blog, vi tengo compagnia… ci provo… devo aspettare come Pippo che un emozione liberi nel cielo la mia ispirazione smettendola di guardare in basso osservando perennemente i miei lunghi piedi e qualche pezzo della mia ombra…

aspè, aspè…

ecco… aspèèèè

“La luna ci ha presi di nascosto,

ed ha ripreso a volare,

tra i giacigli robusti

incarnati nel mare…”

mmmmh… sempre meglio che niente!

Buona giornata!

Buona Vita!

Raffaele

Nuova felicità

foto tratta dal web
foto tratta dal web

 

“Nessuno si disseta ingoiando la saliva” è tutto una questione “evolutiva”. E’ di moda il proprio trattamento estetico, io preferisco quella della mia anima alla ricerca di un senso profonda per dare colore alla mia vita. Ho tanta voglia di dissetarmi dell’amore altrui, di sincronizzare i miei battiti con i loro. Accogliere nella mia stanza vuota e disordinata gente vogliosa di condividere la loro felicità anche se è inverno e fuori piove. Uscire, scovare nuovi confini, vecchie cicatrici sbiadite, le gambe fremono all’idea di riassaporare la voglia di camminare. La mia sequela non so se sarà in salita ma fin quando sarò testardo non dovrò avere paura. Sono stato troppe volte solo che adesso mi sento confuso e spento. Ho voglia di aprire quella finestra che faceva trapelare un filo di luce e contare tutte le stelle che vorranno brillare solo per me. Ho tanta voglia di amare, di uccidere la malinconia e “dimenticare tutto con un Amen”. Ascoltare nuova musica e percepire nuove emozioni seduto in riva al mare accanto ad un falò. Vivere di più la sera, occhi sempre aperti, ho dormito così tanto nell’ultimo periodo, un letargo poco salutare. Saluto ancora una volta quel Raffaele rinchiuso dentro una scatola di secchi pensieri e vado verso una nuova felicità…

Amaro