Archivi tag: ricordo

Consapevolezza

E ricordo a vent’anni ero abbastanza spensierato, impreziosito da quel pensiero che ballava a ritmi sfrenati, il cuore un tamburo che disegnava una piacevole musica ornamentale per la mia anima in cui la casa era riposta nel sorriso e l’abbraccio di un amico…

E ricordo quando fremevo per il primo appuntamento con quell’abito che non mi andava mai bene e quel taglio di capelli forse troppo espansivo come quel pensiero che faceva diventare il cielo un gioiello con cui impreziosire quel giorno speciale…

Raffaele

Annunci

Mi manca

Mi mancano i miei amici, adesso fuori per lavoro o altri impegni. Eravamo un gruppo di venti pazzi ora sono rimasti solo due amici, i miei migliori amici… mi mancano le feste, le uscite improvvisate, le serate in oratorio tra una partita di ping pong o calcio ballila o con i giochi di carte, i film visti vicini vicini ad aspettare la notte, la messa della veglia di natale e la notte di capodanno… eh si… nulla è eterno ma bisogna rendere eterno quegli attimi vissuti in assidua felicità… perchè quando vivi quei momenti non pensi al dopo ma pensi nel mentre… a mente libera… a cuore leggero ed avrei voluto rompere le lancette dell’orologio e rimanere immobile per rivivere quelle ore… ma la vita va avanti… e potrei scrivere una nuova storia con nuove persone… ma non è facile… magari quella felicità sarà posta in essere in un altra vita 😛

a volte il tempo scorre veloce come acqua gelida di un ruscello

a volte restano immortali come un cuore gonfio di emozioni!

Raffaele

Divisi

foto tratta dal web

 

Il tempo ci ha divisi ancor prima di nascere. Ero solo e sono rimasto tale. Ora appartieni ad un altro che culla quel splendore dei tuoi occhi che mi taglia il fiato ad ogni tua foto che presto sbiadirà con quella rabbia che il mio cuore non smette di professare… Mai in tutta la mia giovane Vita ho visto tanta bellezza nel tuo sguardo angelico che accarezza ogni mio sogno. E ne farò un quadro. Cercherò di catturare ogni colore che emani ad ogni battito di ciglia. Cercherò di catturare il sole che mi tiene sveglio il mattino o la sera prima di lasciarti alla realtà e francamente vorrei ancora dedicarti piccole e leggiadre parole ma non posso, non devo per rispetto del destino che ci ha visti prendere due treni diversi, due mondi simili ma distanti nella loro crudeltà… e mi consolerò il mio povero animo nell’osservare quella stella che la sera dolcemente mi rimboccherà il mio pensiero e mi augurerà in sereno riposo anche se non avrò mai la libertà di dissetarmi della tua luce…

Il tempo ci ha divisi…

Raffaele

Piove

Ieri il mio Blog, lo spazio infinito della mia anima, ha compiuto 5 anni! Vi propongo la mia prima poesia pubblicata… era esattamente il 7 Ottobre del 2013… spero vi piaccia 🙂

 

“Piove e penso a quella mia immagine  riflessa su una pozzanghera sulla strada vicino casa . Penso alla coscienza che lacrima ferite del passato lacerando la vista di un orizzonte vuoto tra i palazzi in pieno centro. Penso alla speranza mal nutrita e a digiuno da eventi effimeri, a quell’ angelo intrappolato nei meandri di un deserto solo perché geloso della goliardia del Creato. Medito e aspetto l’arrivo della bora capace di scalzare tralci di un incompiuto presente. Attendo che si faccia sera e intravedere tra le nuvole nere la magia apparente della luna utile per convincermi che il futuro non sia il frutto di un’immensità di sogni bruciati nell’enfasi dell’estate, non sia quello spazio temporale dove ancora non ha avuto luogo la nascita di un sorriso dolce verso la vita…”

Raffaele

Auguri Nonno

E tu

che entri piano per non far rumore dentro i miei sogni

e mi accarezzi il cuore,

una dirompente emozione.

Vivi

nell’abbraccio di questo mite pensiero che non ti vuole più lasciare.

Prendimi per mano

e insegnami a vedere l’orizzonte poetico della nostra Vita

che rimarrà tutt’uno con questa preghiera

che vola come una colomba verso una consolatoria felicità

di averti qui vicino a me.

Le lacrime

ora sono ornamento per la mia anima

che cerca riparo dentro i tuoi sapienti occhi…

uno sguardo che non vuole abbandonarmi

nel cielo,

mai più…

Auguri, mio angelo…

 

Raffaele