Archivi tag: riflessioni

A volte mi chiedo…

A volte mi chiedo che fine hanno fatto i miei amici blogger che “non vedo” da tempo… certo la mia incostanza nel portare avanti il mio piccolo spazio dell’anima di certo… un percorso fatto di commenti, like, semplici opinioni… era un pensiero che mi era venuto in mento scorrendo i 500 followers che ho da 6 anni mi fanno compagnia… certo con alcuni ci siamo persi per strada eh va bè, peccato… si, infatti, “lascia vivere il pensiero” sta diventando maggiorenne e ancora guardo con molto piacere tutti quei bei commenti che ognuno di voi mi ha lasciato nella pagina “Benvenuti” … ed è bello dopo tanti anni aver mantenuto rapporti con le stesse persone che mi sopportano da un bel pò con tutte le mie lunatiche emozioni impresse su questi piccoli post. Ho conosciuto di sfuggita piccoli passanti, come quella blogger che mi ha fatto conoscere l’espressione “Buona Vita” o di chi si sta adesso si sta affacciando curiosamente nel mio mondo incasinato e disordinato a cui cerco di dare un suo centro gravitazionale attraverso le mie poesie…

Buona Vita!

Raffaele

Pubblicità

Cambiamento

La distrazione nel dover cambiare,

distarmi,

evadere,

contemplarmi

per una fulminea ragione che come vento di tramontana

suscita in me profonda latenza d’animo….

perchè il vero atto eroico è accettarsi,

distrarsi, dentro le proprie, mie fragilità,

maturità di un cuore ancora acerbo

per certe altezze montuose…

Raffaele

Cosa ti spinge…

Cosa ti spinge ,tu, a credere in me?

Io che vago nell’oscurità in un ballo lento, con i miei piedi storti e il mio equilibrio abrasivo per il tuo pensiero…

Ho già imparato molto bene a dire falsità per sopperire alla mia castità di parole nascoste dentro un salvadanaio e aspettare le festività per sapere quanto sono diventato ricco oppure caduto in miseria,

chiedo venia,

Raffaele

Figlio unico

Guardarmi più dentro fin dentro le incrostazioni dell’anima,

un saluto fugace, sapore di antrace, ci capiremo quando le nostre parole evaderanno da questa attesa, non ho nessuna pretesa di essere figlio unico perchè dimentico di contare i battiti, paura di camminare solo, non so leggere le indicazioni stradali, il destino seduto su una panchina a bere alcol…

Guardarmi più dentro fin che finisco di mangiare patatine fritte,

come fai a non dimenticarmi in una immagine di creta che rompe ogni riflesso deterso in questa parole dure come il pane che uso per limare i denti per mordere questa realtà, perchè non sono bravo a giocare in difesa, sono figlio unico…

Raffaele

Il tempo

A volte mi chiedo quanto tempo c’è nella mia vita, di quanti granuli di speranza sono invasi i miei sogni…

A volte mi chiedo se ho sciupato, maltrattato, disonorato,  il mio tempo…

se sono riuscito in qualche modo, tra una poesia e l’altra di educarlo bene, di insegnarli i fondamenti dell’amore,

se sono stato disattento quando mi inviava richieste di aiuto, quando ho taciuto di fronte al suo richiamo del mattino, quando l’ho visto schiaffeggiato dal destino…

e mi vergogno profondamente…

Raffaele