Archivi tag: Rock

Black, Pearl Jam

Fogli di tela vuoti, fogli di argilla intatti
Giacevano sparsi davanti a me come il suo corpo un tempo
Tutti e cinque gli orizzonti ruotavano intorno alla sua anima
Come la terra intorno al sole
Adesso l’aria che ho assaporato e respirato è cambiata

Ooh, e quello che le ho insegnato era tutto
Ooh, so che quello che mi ha dato era tutto ciò che aveva
E ora le mie mani amare si sfregano sotto le nuvole
Di quello che era tutto
Oh le foto si sono tutte tinte di nero
Che ha tatuato ogni cosa

Esco a fare una passeggiata
Sono attorniato da alcuni bambini che giocano
Posso sentire le loro risa, e allora perché mi sento bruciare?
Oh, e pensieri contorti che mi girano in testa
Sto girando, oh, sto girando
Quanto in fretta può tramontare il sole?

E ora le mie mani amare cullano i vetri rotti
Di quello che era tutto
Le foto si sono tutte tinte di nero
Che ha tatuato ogni cosa
Tutto l’amore finito male ha fatto diventare nero il mio mondo, tatuato tutto ciò che vedo, tutto ciò che sono
Tutto ciò che sarò… yeah

So che un giorno avrai una vita meravigliosa
So che sarai una stella
Nel cielo di qualcun altro, ma perché, perché…
Perché non può essere, perché non può essere il mio?

Tratto dall’Album “Ten” del 1991

Pubblicità

Bring me to life, Evanescence

RIPORTAMI IN VITA

Come riesci a vedere dentro i miei occhi
come se fossero porte aperte,
arrivando nelle profondità del mio corpo,
dove sto diventando così insensibile.
Senza un’anima, il mio spirito
sta dormendo in qualche luogo freddo
fino a che non lo ritroverai
e lo riporterai a casa.

(Svegliami)
Svegliami dentro
(Non riesco a svegliarmi)
Svegliami dentro
(Salvami)
Chiama il mio nome e salvami dalle tenebre
(Svegliami)
Ordina al mio sangue di scorrere
(Non riesco a svegliarmi)
Prima che io venga distrutta
(Salvami)
Salvami dal nulla che sono diventata

Ora che so cosa mi manca
non puoi lasciarmi
Respira in me e rendimi vera
Riportami in vita

(Svegliami)
Svegliami dentro
(Non riesco a svegliarmi)
Svegliami dentro
(Salvami)
Chiama il mio nome
e salvami dalle tenebre
(Svegliami)
Ordina al mio sangue di scorrere
(Non riesco a svegliarmi)
Prima che io venga distrutta
(Salvami)
Salvami dal nulla che sono diventata

Riportami in vita
(Ho vissuto nella menzogna
non c’e niente dentro)
Riportami in vita

Ghiacciata dentro, senza il tuo tocco,
senza il tuo amore, caro
Solo tu sei la vita in mezzo alla morte

Per tutto questo tempo
non potevo credere,
non riuscivo a vedere,
chiusa nell’oscurità
ma tu eri lì di fronte a me

Mi sembra di aver dormito
un migliaio di anni
Devo aprire i miei occhi di fronte a tutto

Senza un pensiero
senza una voce
senza un’anima
Non lasciarmi morire qui
Ci deve essere qualcos’altro da fare
Riportami in vita

(Svegliami)
Svegliami dentro
(Non riesco a svegliarmi)
Svegliami dentro
(Salvami)
Chiama il mio nome
e salvami dalle tenebre
(Svegliami)
Ordina al mio sangue di scorrere
(Non riesco a svegliarmi)
Prima che io venga distrutta
(Salvami)
Salvami dal nulla che sono diventata

Riportami in vita
(Ho vissuto nella menzogna
non c’e niente dentro)
Riportami in vita.

Heroes

Le devo le mie scuse Signor David Bowie. Mi permetto di darle del “Lei” per rispetto della sua immensa grandezza e umanità profonda che ha dato a tutti noi di questo pianeta che lei ha lasciato per andare ad esplorare chissà quale vite e altri infiniti mondi. Fino a pochi giorni fa ho commesso un piccolo, grande peccato (a seconda dei punti di vista) : non la conoscevo bene, non la conoscevo dal punto di vista artistico. Solo per ignoranza, solo per questo. Sono basti gli immensi servizi ai telegiornali, le trasmissioni a lei dedicati e i suoi concerti riproposti in Tv, per far nascere dentro me la voglia, un pensiero innocente, di imparare a conoscerla, quasi un bisogno interiore di capirla come si fanno con delle persone care a cui il tempo ci ha di divisi per un pò. Questo tempo, che non ha colpe in merito ma che ci ha tenuti distanti mentre socializzavo con altri suoi colleghi. Imparerò a conoscere la sua musica e a dedicare parte dei miei sentimenti verso un grande artista che lei è stato. E’ basto riascoltare Heroes e leggere il testo per comprendere la profondità e il piacere dell’abisso delle sue parole. Le chiedo ancora scusa Signor David Bowie, e intanto aspetterò le future emozioni che lei mi continuerà a regalare.

Amaro

Heroes

Io, io sarò re    

E tu, tu sarai la regina   

Sebbene niente li porterà via       

Li possiamo battere, solo per un giorno

Possiamo essere Eroi, solo per un giorno


E tu, tu puoi essere mediocre

E io, io berrò tutto il tempo  

Perché siamo amanti, e questo è un fatto

Si siamo amanti, è proprio così    


Sebbene niente ci terrà uniti         

Potremmo rubare un po’ di tempo,

Per un solo giorno

Possiamo essere Eroi, per sempre    

Che ne dici?    


Io, io vorrei che tu sapessi nuotare

Come i delfini, come i delfini nuotano    

Sebbene nulla,  

Nulla ci terrà uniti          

Possiamo batterli, ancora e per sempre

Oh possiamo essere Eroi,

Anche solo per un giorno


Io, io sarò re    

E tu, tu sarai la regina   

Sebbene niente li porterà via       

Possiamo essere Eroi, solo per un giorno

Possiamo essere noi, solo per un giorno


Io, io posso ricordare (mi ricordo)

In piedi accanto al Muro (accanto al Muro)

E i fucili spararono sopra le nostre teste

(sopra le nostre teste)

E ci baciammo, 

Come se niente potesse accadere

(niente potesse accadere)

E la vergogna era dall’altra parte  

Oh possiamo batterli, ancora e per sempre

Allora potremmo essere Eroi,

Anche solo per un giorno


Possiamo essere Eroi

Possiamo essere Eroi

Possiamo essere Eroi

Solo per un giorno

Possiamo essere Eroi


Siamo un nulla, e nulla ci aiuterà      

Forse stiamo mentendo,

Allora è meglio che tu non rimanga

Ma potremmo essere più al sicuro,

Solo per un giorno….