Archivi tag: senso

Porsi delle domande…

Ho sempre pensato che porsi delle domande sulla propria Vita, sul proprio destino, nella spiritualità ecc fossero un diritto fondamentale dell’uomo, di ieri e di questo presente.

Fino a poco tempo fa credevo che invece cercare a tutti i costi delle risposte a qualche sfumatura della nostra esistenza non sia di fondamentale importanza.

Forse mi sbaglio. Sono confuso.

A volte credo che il silenzio, quello prodotto dalla nostra anima sia la risposta più vera e autentica e che cercare a tutti costi una risposta ai nostra perchè sia forzatura a volte dannosa e deleteria.

Il Cristianesimo si fonda sul Mistero di Gesù e la Scienza sulle continue scoperte che ci aprono nuove prospettive nel nostro Universo.

Porsi e sforzarsi di elaborare quesiti senza ottenere una certezza potrebbe risultare inutile.

Ma forse credo che noi essere umani, il nostro compito qui sulla Terra, sia quello di vivere i nostri giorni accettando, non in maniera passiva, le leggi del nostro Tempo.

In questo periodo sto vedendo molti video su Youtube del Teologo e Filosofo Don Luigi Maria Epicoco. Un pò per cultura mia personale e un pò perchè cerco delle risposte sui cui riflettere sui temi come la Felicità o l’ Amore.

Cerco. Ma anche se non riuscirò ad esaudire tutti i miei dubbi starò comunque in pace con me stesso perchè ciò che voglio adesso trovare è uno scopo per cui innamorarmi della Vita e forse cercare troppe domande mi possono allontanare dal mio obiettivo iniziale.

In passato ho litigato molto con il destino ma adesso ho imparato a conviverci cercando di essere io stesso in primis la linfa che lo disegna nei colori che più mi piacciono…

Raffaele

Spero solo che non sia troppo tardi…

Spero solo che non sia troppo tardi.

Il raggiungimento della Felicità e la ricerca del suo senso. Svegliarmi la mattina, aprire le finestre e scovare, con coraggio e fiducia, anche una esile filo di Luce che illuminerà il mio percorso in una giornata tutta da santificare con le mie azioni, con le mie cadute, i miei sbalzi d’umore, le mie incomprensioni, la mano tesa di un mio amico dopo non aver compreso una nota del destino.

Spero solo che non sia troppo tardi.

Il raggiungimento della Felicità e la ricerca del suo senso. Ho riempito la mia Vita di buon propositi, promesse, proclami ma a nessuno di essi ho dato seguito. Non ho dato la giusta prospettiva, la giusta visione del mondo, quel respiro bambino alla mia Felicità. Essa è li in un angolo nascosto del mio cuore che mi aspetta e come una madre amorevole mi ha tenuto in grembo, mi ha accudito e protetto dal freddo dell’ipocrisia che con il passare degli anni mi ha colto alla sprovvista e mi ha reso nudo come un verme di fronte al mio passato.

Spero solo che non sia troppo tardi.

Il raggiungimento della Felicità e la ricerca del suo senso. Perchè prima del mio ultimo atto d’amore verso la Vita voglio gridare a tutti che io, salvo imprevisti, ci sono, ci sarò, ci sono sempre stato e che non è vero che “Ciò che sono non lo sarò mai” perchè davanti a me ho avuto una tavolozza di infiniti colori e forse per pigrizia ho tardato a colorare il mio cielo pubblicando solo la parte tenebrosa della mia anima. Perchè spesso mi dimentico che la Felicità non è solo un movimento volontario della labbra ma è soprattutto una conquista che fa difesa sin dal suo concepimento e che non cadrà nell’indifferenza di un ricordo, di una foto sbiadita…

Spero solo che non sia troppo tardi…

Raffaele

Direzione

foto tratta dal web

 

La Vita è una direzione dolce e spontanea che si nutre delle nostra fragilità, del bianco e del suo nero, un regalo inaspettato alla ricerca di una disordinata salvezza, mondi opposti che si connettono al fiorire di un alba.

Qualche colore io amo non posso far altro che scrutare la sua vertigine, qualunque cosa mi appartenga non è mai del tutto mia, nel senso di una preghiera, nel senso di una danza alla riva di un fiume, nel senso di un salto nel buio più profondo…

Essa deve risultare stonata e antipatica, altrimenti essa sarebbe troppo cristallizzata in un uguale augurio. A volte scorre troppo veloce e nessun pianto può fermarla, a volte corre troppo lentamente ed io che aspetto in coda il mio turno e allontanarmi per via di una frugale scusa…

Raffaele

Piccola riflessione

Buona serata 😀

Non importa

“E non importa il come, il dove e il se…”

L’amicizia non ha un luogo prefissato con cui far riecheggiare la propria luce, la propria felicità, il proprio immenso cosi denso di significato che vale sempre la pena viverlo ogni istante. Spesso la prima cosa, la prima domanda che si pone dopo che si ci si è incontrati è :”Bhè dove andiamo stasera?” E a volte vorrei rispondere in maniera non troppo poetica ma sincera :”Il mio cuore oggi è aperto!” Perchè in fondo il nostro cuore è un habitat sano dove far crescere i nostri leggeri pensieri e contemplare il cielo in vetta ad un emozione… Mio padre una volta mi disse in maniera piuttosto sarcastica :”Ma voi sempre a mangiare andate per stare insieme?” una critica a volte giusta. A volte si usano i pub, le pizzerie come luoghi di incontro e il cibo una scusa per incontrasi e chiacchierare mangiando una gustosa pizza… non ci trovo nulla di male, purchè il locale o qualunque altro luogo sostituisca il senso più vero dell’incontro tra amici… una pace duratura che rivive tra le risate e le parole sincere, i ricordi, le barzellette, i programmi per le feste… A volte ci è bastato prendere una chitarra e cantare per lunghi momenti davanti al cortile del nostro piccolo castello, a volte è bastata una passeggiata lungo il mare per essere felici, certo l’inverno limita tutto ciò ma nulla più ossidare l’amore che circola in gruppo di amici che si vogliono tanto bene… Le attese per i rientri degli universitari, le visite tra i presepi viventi dei nostri paesi, la classica domanda del dopo Natale “Ci facimu a Capodanno?” 

La felicità che non ha prezzo…

Raffaele