Archivi tag: silenzio

Fingermi

Ascolto Battisti e Ligabue. Fingermi distratto in riva allo Jonio. Partenze improvvise e lessico anch’esso distratto dal rigonfiamento del mio pentimento.

La fiducia che si compiace del mio silenzio. Rimango sveglio fino a notte inoltrata per capire se tra il compimento delle stelle quanto davvero ti ho amata.

Un contrasto di contrasti nella velleità di una goffa presenza per via di scarabocchi cuneiformi dell’anima devota a eclissi asimmetriche e ribadite da continui miei errori grammaticali.

Appunti, idee, caos, affinità elettiva. Tutto sembra oscillare, tutto sembra precocemente dissolversi in questo ballo illusorio e frenetico di versi omogenei nel loro fato nel doversi allinearsi così avidamente intorno a un detto popolare,

fingermi distratto sotto questo vento di maestrale…

Raffaele

Silenzio

Solo adesso capisco l’importanza del mio tempo ed ogni sua venatura. Solo adesso capisco la sua tollerabilità di non commettere veniali azioni dall’animo precoce e di come le sue stagioni, violente nel suo pellegrinare, si tramutano in un assordante silenzio…

Raffaele

A cosa stai pensando?

A volte non lo so proprio a cosa sto pensando, mi immergo nei miei profondi e quieti silenzi e cerco di guardare l’invisibile, nulla più, nulla meno. Mi faccio da parte per un pò, mi scosto dalla moltitudine e dal frastuono della realtà e rimango solo

solo nel mio mondo,

solo nel mio pensiero.

E raramente tengo a guardare e a scrutare tutto ciò che muove il mare e non sento la paura del mio respiro anzi lo proteggo sorseggiando un fresco ricordo o una amara lacrima, dipende dalle situazioni, dipende dal caso. E suscito subito e in maniera repentina la curiosità delle persone a me intorno, abituate a vedermi con sgargianti vestiti e incontentabili parole e fanno davvero una enorme fatica a comprendere questa quiete che declina il mio nuovo orizzonte. Non mi ritengo abile a mostrarmi con due diverse eclissi di luna mentre attendo risposte dal mio destino, io ormai del mio cuore diventato clandestino…

Buona Vita! 😀

Raffaele

Noooo, oggi non penso…

Questa mattina, dopo che mi sono permesso di svegliarmi tardi… diciamo le 9… giusto per arrotondare e dopo aver fatto un abbondante colazione a base di cereali e biscotti e non sapendo bene come progettare questo inizio di domenica ho preso Birillo, il mio birbante cane e l’ho portato in campagna per farlo scorrazzare, libero, tra gli alberi di ulivo e l’immensa terra rosso-porpora che colora il nostro paesaggio. Ed io che osservavo lui e il mondo che mi circondava, adagiato vicino al pozzo. Ho semplicemente passato quel breve tempo ad osservare senza nemmeno pensare… pensare al niente… mentre l’orologio segnava le 10.05 poi le 10.12 poi le 10.22 poi… Ho pensato al nulla, al vuoto… i pensieri hanno e sono rivestiti di diverse tonalità di colori come il grigio dell’ansia, il blu della felicità, il rosso della passione, il verde della tranquillità, il viola della preoccupazione… un arcobaleno di sentimenti che non ho voluto scomodare in quella mezz’ora vissuta liberamente in campagna con il mio cane… avrei potuto fare mille cose… ma ho deciso di incrociare le braccia a guardare il cielo profondo del mio cuore… e per un pò mi sono sentito leggero…

nooo oggi non penso!!!

Buona serata! 🙂

Raffaele

Vedovo

foto tratta dal web

 

Se solo potessi tornare indietro

diventerei già vedovo, vedovo delle mie emozioni

apolide in una terra di mezzo. Mi turba il riflesso di una gioia sporadica

e vestita delle sue ceneri detratte da un mare silente, impertinente

risulta l’immaginazione di una ricchezza ammutolita venduta nel vento

per tumultuosi sogni di bianco segreto. Tornare con l’animo grezzo

e avvezzo a un angelo straniero che mi tende la mano nonostante la mortalità

che eviti ogni contatto con l’ampiezza uniforme di una gravosa felicità…

 

Raffaele