Archivi tag: tag

Tradimento

A volte vorrei davvero capire il significato del termine “tradimento” per scavare a mani nude fin dentro l’anima, fin dentro le mie segrete e lacrimose stanze del peccato. In più di trent’anni non so quantificare al livello numero il numero delle volte che mi è capitato di tradire, di provocare una lesione nel cuore di uno o più individui che da me pretendevano solo un pò d’amore… perchè forse tradire vuol dire masticare e sputare frammenti di cuore per terra, calpestare con i piedi intarsi di felicità che si rende attonita prima del misfatto, anteporre il proprio coraggio a una retorica del proprio ego che diventa così smisurato che è lui stesso che ci accompagna nel momento del reato…

ho tradito la fiducia dei miei amici,

ho reso vane le ambizioni dei miei genitori nei miei riguardi per un futuro migliore,

ho tradito ogni evoluzione del mio tempo preferendo chiudermi a riccio e restare fermo li sul ciglio della strada per paura di attraversarla andando incontro ad una morte certa sminuendo quel minimo di coraggio che mie è rimasto in giro nel mio corpo…

ho tradito la mia Fede quando non trovavo la forza per sorreggere la mia croce facendola portare ad altri in cambio un pò della mia ipocrisia facendomi bello d’animo solo nel momento delle orazioni che poi si sono rivelate funebri quando per poco il mio destino per poco non mi abbandonava sul finire del giorno…

perchè non trovo ancora ispirazione dalle mie parole, nessuna condizione certa per il mio avvenire, ridar speranza alla mia stessa speranza che in tutto questo lungo e vano mio pellegrinare è rimasta timidamente nascosta dentro le mie tasche dei miei indumenti… perchè si sono bravo a camuffarmi dentro i costumi di scena…

quando finirò di recitare, di fingermi ciò che i miei occhi non vedono riflessi nello specchio e penserò a pagare tutto il debito che ho nei confronti di questa esistenza?

potrebbe essere l’assoluzione al mio tradimento…

Raffaele

Pensiero

foto tratta dal web

Ricomincio da tre!

E si il nostro caro Massimo Troisi aveva ragione… perchè ricominciare ogni volta da zero, quando vogliamo riscrivere una nuova pagina della nostra vita?

Per carità lo zero è un numero che ha una sua valenza anche all’interno di una espressione ma se nella nostra vita abbiamo delle certezze come l’Amicizia, l’Amore perchè non ripartire da loro, da delle certezze che ci tengono comunque retti sul nostro percorso?

Perchè stroncare di netto il nostro ultimo respiro e non riassaporare quel dolce e fresco richiamo ad una vita in cui quei valori lasciati in eredità dai nostri genitori possono diventare un’ancora per non ripartire dal nulla?

Chiedo…

Ciao!

Raffaele

A volte…

A volte mi comporto come uno str…o con i miei amici declinando all’ultimo un invito per uscire come nel caso di ieri per andare al cinema…. a volte non mi rendo conto di come io sia importante per loro, di che grande considerazione ho nei loro pensieri. Ma sono un tipo solitario che a volte si chiude in se stesso e predica la sua felice malinconia. Sono indeciso se domani devo andare alla veglia di Natale e stare un pò con loro passando la nottata in amicizia oppure andare a cena dai miei zii e i miei due cugini… non so… io avrei preferito rimanere a casa. Speravo in un bel Natale ma si sta rivelando un disastro. Eppure sabato scorso sono uscito e mi sono parecchio divertito, una bella serata giocando a bowling e passeggiando tra le strade del paese ma poi la mia felicità è come se si evaporasse nel giro di un giorno… non credevo che mi dovevo impegnare ad essere felice, credevo fosse un’atto naturale come respirare o muovere le ciglia o forse devo battermi contro la parte fragile di me che chiede di chiudermi nel mio guscio e aspettare una stagione a me più favorevole o congeniale… ricaricare le batterie…

Raffaele