Archivi tag: wordpress

Ti regalo…

foto tratta dal web

 

Ti regalo la mia Felicità, farne buon uso. Vestiti di sera, truccati e seguine la sua scia affinchè doni al cielo la tua leggerezza d’animo, accarezza nel vento quella bellezza che ti appartiene.

Ti regalo la mia Felicità, fai bei sogni…

 

Raffaele

Annunci

Nuvola

Sono soltanto una nuvola di passaggio, di un transito nel fremito di una ultima emozione, nulla più…

non ho nessuna intenzione di rovinarvi l’incantevole paesaggio che la mia assenza può provocare… ma sono qui per chissà quale motivo inconscio del destino…

il mio passaggio durerà solo pochi istanti, istanti che ho provato a fermare levigando il tuo sorriso…

ma non è bastato…

Raffaele

Ammiro…

Ammiro quelle persone che danno impulso fertile al loro lunedì mattina,

a quelli che viaggiano sempre… perchè la curiosità è la loro salvezza… ed io che a malapena riesco ad uscire dalla mia stanza,

a quelli che giocano la loro esistenza sempre in attacco e mai arroccati in difesa aspettando le mosse del destino,

“Dottore che sintomi ha la Felicità?”

Raffaele

Cosa ti spinge…

Cosa ti spinge ,tu, a credere in me?

Io che vago nell’oscurità in un ballo lento, con i miei piedi storti e il mio equilibrio abrasivo per il tuo pensiero…

Ho già imparato molto bene a dire falsità per sopperire alla mia castità di parole nascoste dentro un salvadanaio e aspettare le festività per sapere quanto sono diventato ricco oppure caduto in miseria,

chiedo venia,

Raffaele

Figlio unico

Guardarmi più dentro fin dentro le incrostazioni dell’anima,

un saluto fugace, sapore di antrace, ci capiremo quando le nostre parole evaderanno da questa attesa, non ho nessuna pretesa di essere figlio unico perchè dimentico di contare i battiti, paura di camminare solo, non so leggere le indicazioni stradali, il destino seduto su una panchina a bere alcol…

Guardarmi più dentro fin che finisco di mangiare patatine fritte,

come fai a non dimenticarmi in una immagine di creta che rompe ogni riflesso deterso in questa parole dure come il pane che uso per limare i denti per mordere questa realtà, perchè non sono bravo a giocare in difesa, sono figlio unico…

Raffaele